Internazionali BNL d'italia
Istituto Superiore di Formazione “Roberto Lombardi”
Centri Federali Tennis
FIT Ranking Program
Beach Tennis
Paddle
Tennis in Carrozzina
Lab 3.11
Comitato Italiano Paralimpico
SeniorTennis
www.superabile.it
LOGIN
HAI DIMENTICATO LA PASSWORD?

NEWS

INDIETRO

07

dic 16
ON LINE LA RIVISTA SETTIMANALE
Tutto sulla Next Gen. Tempo di Serie A1 Finals
copertina della rivista SuperTennis del 7 dicembre 2016
I nuovi campioni vanno in campo così

di Mauro Simoncini

Il conto alla rovescia, non solo italiano e milanese, per le Next gen Atp Finals è già partito. E dunque i ventenni del circuito hanno una motivazione in più rispetto a tutti gli altri giocatori protagonisti del ranking Atp. A Milano nel novembre 2017 si ritroveranno i migliori otto ragazzi classe 1996 o addirittura più giovani; in palio un ricco montepremi da 1,250 milioni di dollari per un torneo che di sicuro vedrà in campo le racchette di gente che lotta per prenotare il numero 1 al mondo. Già, ma quali racchette? Andiamo a vedere come sono attualmente attrezzati i primi di questa classe.

Per Zverev è già...Limited Edition - Considerata la classifica Atp di fine anno (28 novembre) e la carta d’identità dei giocatori la lista degli otto protagonisti della NextGen è ovviamente guidata da Alexander Zverev, classe 1997 attualmente numero 24, che Milano ha già visto trionfare al Trofeo Bonfiglio, Campionati Internazionali d’Italiua Under 18. Il tedesco di evidenti origini russe è talmente forte che potrebbe entrare dalla porta principale anche alla O2 Arena di Londra, nel Masters dei grandi. Sasha Zverev è già uomo immagine dei tedeschi di Adidas, che lo hanno messo “in copertina” nelle campagne pubblicitarie insieme a Jo-Wilfrid Tsonga e Angelique Kerber, con in mano le nuove scarpe Adizero Ubersonic 2. E da predestinato e pronosticato futuro numero 1 anche gli austriaci di Head gli hanno affidato una racchetta “ad personam”, un’edizione limitata della Speed Midplus. Una attrezzo agonistico tipicamente moderna: 300 grammidi peso e 100 pollici quadrati di ovale le specifiche principali; profilo sottile (22,5 millimetri) e schema corde 16x19 per un attrezzo completo e versatile, per spingere forte da fondocampo ma anche per toccare con grande sensibilità la palla. Una racchetta della quale Nole Djokovic ha presentato prima del Masters (proprio a Milano) la nuova versione con Graphene Touch, materiale antishock di terza generazione.

Coric ha la racchetta giapponese... - Il secondo meglio classificato è il croato Borna Coric, presente ma solo in panchina nella recente finale di Coppa Davis perché reduce da uninfortunio ma grande protagonista con la squadra croata nella stagione passata. Meno giovane di un anno rispetto a Zverev, Coric fa parte della nutrita scuderia Nike (ai piedi ha le Air Zoom Cage 2) e utilizza invece una giapponese Yonex, nello specifico Ezone DR98, lo stesso attrezzo che l’australiano Nick Kyrgios ha presentato negli ultimi appuntamenti 2016 in versione speciale neroblu. È una racchetta da 310 grammi bilanciata più verso il manico (a 31 centimetri), con profilo variabile (fino a 24 millimetri) e ovale Midplus da 98 pollici quadrati. Un attrezzo che offre molta spinta ma non a discapito del controllo.

Khachanov e Tiafoe: gemelli… diversi - Anche il russo emergente Karin Khachanov, attuale numero 53 delle classifiche Atp è sponsorizzato dagli americani di Nike, la multinazionale sportswear che la fa da padrona in questa rosa di futuri campioni della racchetta. Tra le mani ha invece una Wilson Blade 98, una racchetta agonistica non pesante (304 grammi), più sbilanciata “in avanti” (32,5 cm) con uno schema corde più fitto (18 verticali e 20 orizzontali), per violenti picchiatori da fondo che comunque prediligono il controllo. 98 pollici quadrati di ovale e profilo sottile da 22 millimetri. Anche di questo modello è appena uscita la nuova versione con il nuovo materiale CounterVail. Lo stesso binomio (Nike e Wilson Blade 98) di Frances Tiafoe, giovanissimo classe 1998 attualmente numero 108 che ha toccato però proprio ad ottobre il numero 100 Atp.

Taylor Fritz, racchetta facile - Suo connazionale più conosciuto meno giovane di un anno è Taylor Fritz, ora numero 76 che però a fine agosto è addirittura arrivato alla 53esima posizione. Un altro giovanissimo della squadra Nike (ai piedi ha le Zoom Vapor 9.5 Tour) che si affida a Head per quanto riguarda la racchetta, una Head Radical Midplus, un telaio con piatto da 98 pollici quadrati e peso da 295 grammi (bilanciamento 31,5 centimetri) al quale il giovane americano apporterà le sue personali customizzazioni. Una racchetta non difficile anche abbastanza profilata (fino a 23,5 millimetri), sicura e stabile non solo per livelli di gioco eccelsi.

Donaldson gioca di… Prestige - Anche lui americano anche lui abbigliamento Nike e racchetta Head, è per ora numero 105 Atp (a settembre e’ stato 96) Jared Donaldson, che ci ricordiamo fino al terzo turno degli Us Open dopo aver eliminato Goffin e Troicki. Ma il classe 1996 usa l’altro storico modello, Prestige Midplus, forse la più difficile racchetta delle otto. 320 grammi di peso (bilanciamento a 31 centimetri), profilo sottile da 21 millimetri e 98 pollici quadrati di ovale; agonistica tosta, di controllo (anche per il pattern 18x20) non per tutti.

Medvedev... all’italiana - Daniil Medvedev è ora numero 99 del ranking; il russo classe 1996 è un po’ la voce fuori dal coro per quanto riguarda materiali e sponsorizzazioni visto che è l’italiana di Lotto a vestirlo e a fornirgli le sua calzatura di punta, Stratosphere. E sono i francesi di Tecnifibre, azienda da sempre attenta al mondo giovanile, che lo assistono con la racchetta T-Fight 305: 305 grammi di peso e bilanciamento a 32,5 centimetri, 98 pollici quadrati di ovale. Un’agonistica selettiva e di controllo, poco profilata (22,5 millimetri) con pattern fitto da 18 corde verticali e 19 orizzontali. Simile per le specifiche alla Wilson Blade di cui sopra.

Chung, coreano col coccodrillo - Un’altra coppia inedita di sponsor tecnici è quella del sudcoreano Hyeon Chung, classe 1996 attualmente al numero 104 Atp, che gli appassionati ricordano perché gioca con occhiali da vista a causa di una importante miopia. Forse proprio perché c’è molta attesa da parte di tutto il mondo asiatico il giovane Chung è stato molto ricercato: dai due vecchi sponsor (Dunlop e Le Coq Sportif) nel 2016 è passato ai giapponesi di Yonex per l’attrezzo e ai francesi di Lacoste per l’abbigliamento come rappresentante della NextGen di tennisti pro. Hyeon usa una VCore DuelG 97: profilo sottile da 20,5 millimetri, ovale (isometrico) da 97 pollici quadrati, 310 grammi di peso e uno schema corde poco diffuso (16x20) ma molto apprezzato da chi predilige il controllo. Ai piedi del sudcoreano le Barricade di Adidas.

Articolo tratto da SuperTennis Magazine n. 45 - 2016

RIVISTA SUPERTENNIS

Registrandovi al servizio My Fit Score potrete riceverla automaticamente ogni mercoledì via newsletter. La rivista è scaricabile (e stampabile) in formato pdf.

SuperTennis Magazine - Anno XII - n.45 - del 7 dicembre 2016
In questo numero:
Prima pagina –Menzogne e percentuali Pag.3
Focus – La Next gen… di profilo Pag.4
Terza pagina – Quando Becker sfondò il muro di Wimbledon Pag.8
I numeri della settimana: 1.007 posti Atp più su Pag.10
Il tennis in tv – Dicembre da non perdere Pag.12
In Italia: la mappa dei Presidenti Pag.14
Serie A1: ecco la volata scudetto Pag.18
Circuito Fit-Tpra – Kia Tennis Trophy: trionfano a Milano e ora vanno in Australia Pag.20
Personal coach - Emozioni utili e non: impara a riconoscerle Pag.20
Racchette a confronto: In nuovi campioni vanno in campo così Pag.25
La regola del gioco: stop non ho racchette. Ma il match prosegue Pag.27

Commenti

di' la tua, scrivi un commento a questo articolo
COMMENTA QUESTO ARTICOLO
MEF Tennis Events
ITF Pro Circuit
www.lexicon.it

Federazione Italiana Tennis - P. IVA 01379601006       Cookie Policy