Internazionali BNL d'italia
Istituto Superiore di Formazione “Roberto Lombardi”
Centri Federali Tennis
FIT Ranking Program
Beach Tennis
Paddle
Tennis in Carrozzina
Lab 3.11
Comitato Italiano Paralimpico
SeniorTennis
www.superabile.it
LOGIN
HAI DIMENTICATO LA PASSWORD?

NEWS

INDIETRO

08

ott 17
CIRCUITO GIOVANILE
FIT-BABOLAT
Ecco tutti i vincitori del Master al Ct Monviso
Master Babolat 2017 premiazione under 10 e 12 (foto Miletti)
Erano 201 gli iscritti al Master finale del Circuito Fit Babolat, il più importante su scala nazionale a livello giovanile che ha chiuso una stagione di competizioni con cinque tappe di macroarea del circuito e qualificazioni dei migliori alla kermesse scattata il 4 ottobre scorso e terminata oggi. Le prime finali sono state quelle under 10 e under 12. Spettacolari i testa a testa dei più giovani, con in campo maschile grandi colpi e grandi trame proposte da Yannick Ngantcha (Centro Tennis Perugia) e Federico Cinà, figlio d'arte e portacolori del Country Time Palermo. Partenza in ottimo stile di entrambi e lotta 15 dopo 15, con Ngantcha più preciso nei momenti chiave della contesa. Al termine è stato lui ad imporsi con lo score di 7-5 6-4. Bravi e corretti i due giocatori, al termine uniti in uno sportivissimo abbraccio. In campo femminile Elena Sofia Minelli, altra giocatrice del Centro Tennis Perugia, si è imposta al termine di una vera e propria lotta alla rivale di giornata, Francesca De Matteo (ASD 2000), con il punteggio di 4-6 7-6 7-4. Decisivo il tie-break, con la più piccola di statura che si è fatta via via metaforicamente più grande fino a chiudere il match in proprio favore. Anche in questo caso elevato il livello tecnico della sfida. Molto bella anche la contesa under 12 femminile che ha visto il successo di Serena Paris (Tennis Mongodi) su Mariapia Vivenzio (Accademia Tennis Napoli). Incertezza nella prima frazione, vinta al 12° gioco dalla Paris (7-5). Meno invece nella seconda, nella quale la tennista lombarda ha saputo giocare meglio i punti salienti cogliendo il successo sul definitivo 7-5 6-2. A livello under 12 maschile titolo invece per il campano del TC Vomero Luciano Barbarino, giocatore dal tennis aggressivo e dal fisico già possente che ha messo in difficoltà con le sue traiettorie mancine il piemontese del TC Saluzzo Lorenzo Airaudo. Ad onor del vero era stato proprio Airaudo a partire meglio (3-1), prima di vedersi ripreso e superato dal rivale di turno (6-3). Sulle ali dell'entusiasmo e con un tennis sempre più preciso Barbarino ha chiuso 6-1 la seconda frazione. Nella categoria under 14 le vittorie sono andate a Chiara Fornasieri (Stampa Sporting Torino) e Davide Ferrarolli (ATA Battisti Trentino). Fornasieri a segno per 6-1 6-2 su Eleonora Carrara grazie ad ottime soluzioni da ogni parte del campo, anche nei pressi della rete, conquistata con improvvise discese. Ferrarolli su Tommaso Bonazzi (TC Castellazzo) con lo stesso parziale (6-1 6-2)."Una bella soddisfazione - ha detto al termine Chiara Fornasieri - ed il coronamento di un percorso contrassegnato nel circuito da due vittorie in altrettante tappe. Ho giocato concentrata sapendo che se fossi calata la mia avversaria sarebbe stata in grado di rimontarmi. Ora penso alla preparazione invernale e alla programmazione, che i maestri della Stampa Sporting faranno per me il prossimo anno, con nel mirino diversi tornei internazionali di categoria".
Successo di una torinese, Greta Schieroni, anche nel tabellone under 16. La giocatrice dell'Area Tennis Academy, seguita dal maestro Fiasconaro, ha avuto la meglio per 6-4 6-2 sulla capitolina della Canottieri Tevere Remo, Martina Bianchi, per 6-4 6-2: "Il Master non era nei programmi - ha detto al termine - ma una volta conquistato sapevo che avevo la possibilità di vincerlo ed ho dato il massimo per farlo". Tra gli under 16 al maschile vittoria di Alberto Grimaldi (ASD Equipe Lucioli) su Cristian Valentini (CT Maggioni), in rimonta come dimostra lo score di 2-6 6-3 6-4. Una sfida sulla diagonale di rovescio bimane vinta dal campano. Il commento tecnico finale è di Francesco Cinà, maestro del Country Time Palermo e padre di Federico, finalista under 10: "Ho visto un ottimo livello di gioco, con particolare riferimento alle categorie dei giovanissimi e giovani. Il percorso è lungo e tutti lo sappiamo ma speriamo che proprio da queste competizioni parta per molti di loro un viatico verso il tennis che conta. Personalmente ho vissuto l'appuntamento nella doppia veste di maestro e padre. La seconda genera sensazioni particolari ed uniche. Ottima l'organizzazione e la cura del dettaglio". L'appuntamento ha chiuso la sequenza dei grandi momenti tennistici in Piemonte: "Una stagione ricca - ha precisato il Consigliere Nazionale FIT Pierangelo Frigerio - con tornei internazionali e tante rassegne giovanili. Questa ha messo in campo ottime individualità ed ha fatto da degno sigillo al circuito. Ora spazio ai CPA e ai tornei Nextgen per i più giovani che faranno da preludio al grande appuntamento internazionale di Milano".

Commenti

di' la tua, scrivi un commento a questo articolo
COMMENTA QUESTO ARTICOLO
ITF Pro Circuit
www.lexicon.it

Federazione Italiana Tennis - P. IVA 01379601006       Cookie Policy