Internazionali BNL d'italia
Istituto Superiore di Formazione “Roberto Lombardi”
Centri Federali Tennis
FIT Ranking Program
Beach Tennis
Padel
Tennis in Carrozzina
Lab 3.11
Comitato Italiano Paralimpico
SeniorTennis
www.superabile.it
LOGIN
HAI DIMENTICATO LA PASSWORD?

NEWS

INDIETRO

03

ott 18
ON LINE LA RIVISTA SETTIMANALE
L’azzurro ora punta a best ranking e top ten
Copertina SuperTennis Magazine n.36 2018
Fognini superstar

di Enzo Anderloni

Fabio Fognini è a un passo dalla Top 10. N.13 dell’Atp Ranking (record eguagliato), n.11 della Race to London. Purtroppo mentre i cinesi lo assediano come una superstar, qui da noi c’è sempre chi, vedendolo in azione, è fissato con l’attenzione sul bicchiere mezzo vuoto, il ‘lato oscuro’ della sua forza: la racchetta spezzata, i match-point sfumati contro Bernard Tomic.
C’è a chi sfugge che il titolo mancato di un soffio a Chengdu sarebbe stato il quarto della stagione: un record (dopo i successi a San Paolo del Brasile su Jarry, a Bastad su Gasquet e a Los Cabos su Del Potro). L’urlo di rabbia è di uno che ormai è pronto per il balzo definitivo, quello di un azzurro oltre il muro che racchiude il giardino riservato ai 10 migliori tennisti del mondo. Una barriera che sua moglie Flavia ha abbattuto per prima in campo femminile.
Nel suo caso non sarebbe una prima volta assoluta, perché Panatta e Barazzutti hanno fatto parte di quel ristretto club (arrivando anche a giocare il Masters). Trattandosi però di vicende che risalgono a oltre 40 anni fa, quando le racchette erano ancora di legno, è come se ci dovesse succedere per la prima volta. Un traguardo che Fognini si meriterebbe e che, non dovesse tagliarlo in questo finale di stagione, appare quantomai alla sua portata nella prossima, che affronterà con un ranking tale da offrirgli da subito un ruolo da protagonista tra le teste di serie di tutti i grandi eventi.
Fa un certo effetto mettersi sul gradino di Fabio e guardare in su. Sopra di lui ci sono solo questi 12 ‘giganti’: Nadal, Djokovic, Del Potro, Federer, Zverev, Cilic, Thiem, Dimitrov, Anderson, Isner, Goffin, Nishikori. Non so a voi, ma a me paiono tutti fenomeni. E già prima di Natale Fognini potrebbe metterne qualcuno dietro le spalle.
Mentre si gioca tutte le sue carte nelle altre grandi prove in Cina e poi nelle fasi finali degli indoor europei, vien da guardare ai grandi appuntamenti del 2019, Grand Slam e Masters 1000, dove con la consapevolezza ormai da top player maturo, ha enormi margini di... crescita.
E lo sbocciare rigoglioso e precoce di un Matteo Berrettini, già competitivo con i Top 50, che lo può affiancare ci incoraggia molto anche in vista della nuova Coppa Davis. Dalla Cina con furore: questo Fogna rabbioso è emblema della grande voglia di lasciare il segno nella storia.

Articolo tratto da SuperTennis Magazine n. 36 - 2018

RIVISTA SUPERTENNIS

Registrandovi al servizio My Fit Score potrete riceverla automaticamente ogni mercoledì via newsletter. La rivista è scaricabile (e stampabile) in formato pdf.

SuperTennis Magazine – Anno XIV – n.36 – 3 ottobre 2018

Prima pagina – Fognini superstar Pag.3
Circuito mondiale: Verso i top 10… e oltre Pag.4
Focus Next Gen – Paparino Fritz: a 20 anni un marito… modello Pag.8
Terza pagina – 10 ragazze per noi… posson bastare? Pag.10
I numeri della settimana – Gli Slam? Sono Over 30 Pag.12
Il tennis in tv – Le dirette da oriente Pag.14
Campionati a squadre – La A2 con le stelle Pag.16
Giovani – Piccoli Nadal vincono Pag.20
Circuito Fit-Tpra – All Star e ‘Next Gen’, le novità al Master Pag. 22
Personal coach – Imparare da Djokovic: 5 lezioni preziose Pag. 24
Racchette e dintorni: La Radical di Agassi riaccende l’emozione Pag.26
Collezionismo – Miti in miniatura Pag.28

Commenti

di' la tua, scrivi un commento a questo articolo
COMMENTA QUESTO ARTICOLO
ITF Pro Circuit
www.lexicon.it

Federazione Italiana Tennis - P. IVA 01379601006       Cookie Policy