Internazionali BNL d'italia
Istituto Superiore di Formazione “Roberto Lombardi”
Centri Federali Tennis
FIT Ranking Program
Beach Tennis
Padel
Tennis in Carrozzina
Lab 3.11
Comitato Italiano Paralimpico
SeniorTennis
www.superabile.it
LOGIN
HAI DIMENTICATO LA PASSWORD?

NEWS

INDIETRO

29

ott 18
GAZZETTA TPRA CHALLENGE
Che la sfida cominci!
Gazzetta TPRA Challenge
C’è una nuova sfida in rosa che farà il giro d’Italia: si chiama Gazzetta Tpra Challenge.
La Gazzetta dello Sport ora punta a dare anche alle racchette la tinta caratteristica delle sue pagine, coinvolgendo il popolo del tennis.

Quelle decine o meglio centinaia di migliaia di appassionati che popolano i circoli e i campi comunali, bombardieri e pallettari, vecchie volpi, leoni e gazzelle che popolano i tornei sociali.
Lo fa Insieme alla Federazione Italiana Tennis utilizzando la straordinaria piattaforma del tennis FIT-Tpra dove tutti, ma proprio tutti possono trovare il loro mondo e il loro spazio. Trattati come professionisti, con il ranking computerizzato (aggiornato in tempo reale), le schede personali come fosse l’Atp, il calendario dei tornei cui iscriversi on line e l’elenco completo dei risultati in memoria per sempre.

Gazzetta Tpra Challenge è una manifestazione unica che comincia il 16 novembre prossimo, a livello provinciale, e si conclude in primavera inoltrata al Foro Italico di Roma, sulla terra battuta dove giocano i campioni.

La sua unicità è questo spirito inclusivo che permette ai giocatori ‘non agonisti’ di competere insieme a quelli con la tessera agonistica, di giocare tutti insieme gli stessi tornei. Perché anche questo è un dettaglio fondamentale della gara: il Gazzetta Tpra Challenge, secondo lo spirito e le regole del mondo Fit Tpra, è riservato ai ‘non agonisti’ e agli ‘agonisti’ che non abbiano classifica FIT superiore al quarto gruppo di quarta categoria (i 4.4). E che negli ultimi dieci anni non abbiano avuto classifica superiore a 4.3. Insomma giocatori che, tessera agonistica o non, siano di livello amatoriale, quello che tutti gli appassionati si possono permettere se devono conciliare il loro sport preferito con il lavoro, la famiglia ecc.ecc.

Gazzetta Tpra Challenge insomma non è un circuito per chi vuole vincere facile. Non a caso i frequentatori del circuito Fit-Tpra si autodefiniscono ‘fighters’. Perché avranno magari il servizio un po’ scricchiolante o il rovescio fatto in casa, ma non mollano una palla. E si divertono come dei pazzi perché il circuito Fit-Tpra è pensato in modo che non ci siano sfide impossibili. Si offre infatti come ampia zona d’ingresso per i tennisti che vogliono provare il gusto di giocare un torneo vero, dividendo i tornei in tre fasce, per livello di gioco: limit 45, limit 65 e Open in campo maschile (il mondo femminile è compreso in un’unica categoria Open).

Il numero di riferimento della fascia non è un limite d’età ma si riferisce al cosiddetto ‘punteggio power’, calcolato dalla piattaforma Tpra in base a un particolare algoritmo che è in grado nel giro di poche partite di essere specchio del livello di gioco di ognuno. Tanto per capirci: si parte da ‘power 35’ (chi si iscrive per la prima volta e non ha una classifica Fit) e si può arrivare fino a power 99, vincendo un match dopo l’altro, battendo avversari sempre più solidi. Ma anche’ perdendo bene’ contro avversari molto più forti di noi. Il sistema ti segue e attraverso le tue performance ti colloca velocemente nel tuo giusto ambito di gara. Salvo poi, quando domini gli avversari e superi power 90, spedirti direttamente tra gli agonisti della Fit, con una classifica 4.3. A fare i tornei più adatti al tuo livello.

Dunque non ci sono scuse per non raccogliere la sfida. Gazzetta Tpra Challenge è alla portata di tutti e anche facile da affrontare. Ci si iscrive on line e si giocano partite veloci. Un set secco. Al primo turno ai 9 game. Dal secondo ai 6 game. Il match sta quasi sempre entro un’ora di gioco, anche perché è in vigore il ‘AWT killer point’. Sul 40-40 di qualunque game si giocano due punti con il classico sistema dei vantaggi ma se l’equilibrio persiste, si va al punto secco, dentro o fuori. Con il giocatore alla risposta che sceglie il lato dal quale giocarsi la sua chance.

La sfida è lanciata: come dicevamo, dal 16 novembre si gioca. Sul portale FIt-Tpra si può trovare l’elenco dei tornei organizzati in tutta Italia, un numero che vedrete crescere mano mano, perché non c’è un limite alla prove a livello provinciale. Fino alla fine di marzo 2019.

I primi otto classificati a livello provinciale (di ciascuna delle categorie maschili e femminili) parteciperanno al Master regionale, che a sua volta qualificherà gli amatori più battaglieri d’Italia per le finali del Foro Italico. E a loro si aggiungeranno i singolaristi e le singolariste primi nelle classifiche regionali Fit-Tpra del 29 marzo 2018 che abbiano disputato almeno una prova provinciale del Gazzetta Challenge. Dunque anche chi perde a livello di tappa, può recuperare, continuando a sognare… Roma. Decisamente, per tutti gli amanti della racchetta, una sfida da sogno.

GLI APPUNTAMENTI DEL CIRCUITO

IL REGOLAMENTO DEL CIRCUITO

Commenti

di' la tua, scrivi un commento a questo articolo
COMMENTA QUESTO ARTICOLO
ITF Pro Circuit
www.lexicon.it

Federazione Italiana Tennis - P. IVA 01379601006       Cookie Policy