Internazionali BNL d'italia
Istituto Superiore di Formazione “Roberto Lombardi”
Centri Federali Tennis
FIT Ranking Program
Beach Tennis
Padel
Tennis in Carrozzina
Lab 3.11
Comitato Italiano Paralimpico
SeniorTennis
www.superabile.it
LOGIN
HAI DIMENTICATO LA PASSWORD?

NEWS

INDIETRO

31

gen 19
PRESENTATA "SPORT E SALUTE"
Giorgetti: "Riforma per il bene di tutti"
presentazione di "Sport e Salute"
L’aula magna del Centro Sportivo dell’Acqua Acetosa in Roma, gremita, ha ospitato stamane il gotha del mondo sportivo italiano - rappresentato, tra gli altri, da Angelo Binaghi (presidente FIT), Gianni Petrucci (presidente FIP), Bruno Cattaneo (presidente FIPAV), Paolo Barelli (presidente FIN), Ugo Claudio Matteoli (presidente FIPSAS) e Giorgio Scarso (presidente FIS) - chiamato a raccolta per assistere alla presentazione della nuova riforma del sistema sportivo italiano che porterà con sé la costituzione della società “Sport e Salute”, chiamata - entro maggio 2019 - a sostituire Coni Servizi.
Per illustrare le linee del “nuovo corso” - da mesi oggetto di confronto tra Coni e Governo - sono intervenuti in rappresentanza del Governo i sottosegretari Giancarlo Giorgetti e Simone Valente, il ministro della Salute, Giulia Grillo e quello dell’istruzione Marco Bussetti. In prima fila anche il Presidente del Coni Giovanni Malagò e il vicepremier nonché Ministro dell’Interno, Matteo Salvini.

Giorgetti: “Riforma non nasce contro qualcuno ma è per il bene dello Sport” - “Siamo qui per svelenire il clima. Questa riforma non nasce né contro né a favore di qualcuno, deve essere chiaro. Non facciamo leggi ad personam ma solo per il bene dello sport italiano. Il più importante pilastro su cui poggia la riforma è il meccanismo di autofinanziamento dello sport. Il gettito fiscale che genera lo sport moltiplicato per il 32%, è la cifra destinata allo sport italiano. Ci sarà comunque la certezza di risorse per il sistema sportivo, che non scenderanno mai al di sotto dei 408 milioni di euro all’anno. Soldi che potranno anche aumentare, a fronte di uno sviluppo del sistema sportivo stesso. E noi lo auspichiamo fortemente. L’autonomia dello sport è garantita al cento per cento. I cinque cerchi sono e resteranno patrimonio e marchio del Coni. La nuova società “Sport e Salute” potrà lavorare per valorizzare ancora di più il marketing del Coni, che mi sembra sia già essere molto efficiente. “Sport e Salute” verrà gestita con criteri manageriali e in modo assolutamente trasparente. Sarà una società dello Stato e soggetta ai controlli della Corte dei Conti”.

Valente: “Vogliamo un sistema che utilizzi fondi pubblici e lo faccia con criteri meritocratici” - “Il messaggio principale è quello che non si vuole occupare il Coni. La politica non vuole intervenire direttamente nello sport ma vuole agevolarlo con una nuova società, che andrà a beneficio di tutto lo sport di base giovanile e scolastico. Vogliamo avere un sistema che utilizza fondi pubblici e li utilizza in base a criteri meritocratici. Il prima possibile bisognerà far sì che tutto funzioni, che si nomini il CDA, che si faccia un piano industriale e che si definiscano gli obiettivi a livello di Governo che poi dovranno essere concordato anche con il Coni e quindi raggiunti”.

Salvini: "Italia migliorerà se punterà sullo sport di base" - "In un settore dove di solito si taglia, abbiamo fatto un investimento di civiltà, educazione e formazione di questo sono orgoglioso. Se questo Paese punterà di più sullo sport di base, diventeremo un Paese migliore”.

Binaghi: “Primo passo: aggregare le Federazioni” - “Faccio i miei complimenti perché i concetti che ho sentito di efficienza, meritocrazia e oggettività nella distribuzione dei contributi, sono concetti che io e altri presidenti federali abbiamo cercato di portare avanti in questi anni, in tutte le sedi possibili. Purtroppo con alterne fortune. Ritengo che gli effetti positivi di questa riforma saranno tanto più ampi e tanto più veloci, quanto più in fretta il Coni riuscirà ad adeguare la sua struttura. Una struttura vecchia che deve essere ammodernata, semplificata. Il primo passo deve essere l’aggregazione delle Federazioni sportive, che secondo uno studio degli uffici del Coni consentirebbe di risparmiare 20 milioni di euro l’anno, da poter destinare a società ed atleti”.

Malagò: "Mi sono battuto per un nome diverso" - "C'è stato stupore e dispiacere soprattutto per aspetti formali con cui si è arrivati a questo punto, dalla mattina alla sera, senza sapere nulla. Ci sono situazioni da verificare in una fase di dialogo che continua ad andare avanti, perché all'interno della riforma ci sono da chiarire alcuni aspetti legati al perimetro di azione del Coni. Poi sarà il tempo a dimostrare se questa riforma funziona ed io faccio il tifo affinché accada. Plaudo ad uno stato che ci mette la volontà di investire in questo settore ma io avrei fatto una società a parte, non una che prendesse il posto di “Coni Servizi”. Sapete tutti che mi sono battuto per evitare il nome “Sport e Salute”: non lo condivido, è davvero molto inflazionato. Il mio stato d'animo? Pragmatico. Sono comunque un ottimista di natura".

Grillo: “Siamo un Paese pigro. L’inattività pesa per 2,3 mld di euro” - "Investire nell’attività fisica è fondamentale. L’Istituto Superiore della Sanità ha evidenziato quelle che sono le ricadute in termini economici dell’inattività fisica. Il nostro è un Paese abbastanza pigro. Potrebbero essere risparmiati circa 2,3 mld di euro, soltanto incentivando l’attività fisica nei giovani e negli ultra 65enni. Al momento siamo abbastanza al di sotto delle raccomandazioni dell’Organizzazione Mondiale della Sanità”.

Bussetti: “Sport non più accessorio nella scuola” - "Oggi vedo concretizzate un mio desiderio: quello di vedere lo sport nella scuola non come accessorio ma come momento fondamentale per la crescita dei nostri ragazzi. Dobbiamo lottare contro l’abbandono allo sport. Il mondo dello sport e della scuola dovranno parlarsi con la stessa lingua in funzione degli obiettivi di crescita e di formazione dei nostri ragazzi”.



di Federico Scarponi

Commenti

di' la tua, scrivi un commento a questo articolo
COMMENTA QUESTO ARTICOLO
ITF Pro Circuit
www.lexicon.it

Federazione Italiana Tennis - P. IVA 01379601006       DPO  Cookie Policy  Privacy Policy