Internazionali BNL d'italia
Istituto Superiore di Formazione “Roberto Lombardi”
Centri Federali Tennis
FIT Ranking Program
Beach Tennis
Padel
Tennis in Carrozzina
Lab 3.11
Comitato Italiano Paralimpico
SeniorTennis
www.superabile.it
LOGIN
HAI DIMENTICATO LA PASSWORD?

FIT LA STORIA

Il tennis
in Italia
Internazionali
d'Italia
L’italia in
Coppa Davis
L’italia in
Fed Cup
I campioni
assoluti
I più grandi
Sara Errani
gli altri grandi
Sara Errani è nata a Bologna il 29 aprile 1987, ma è cresciuta a Massa Lombarda, in provincia di Ravenna. I suoi occhi azzurri e la corporatura minuta non lasciano immaginare che dietro le apparenze si nasconde una delle più tenaci e combattive tenniste del circuito WTA. Oltre che sul campo da tennis, è fenomenale anche nel calcio: è in grado di effettuare più di cento palleggi al volo. Tra le cose che la rilassano, oltre a musica e film, ci sono anche giganteschi puzzle. Il suo coach è lo spagnolo Pablo Lozano.
Con la finale raggiunta al Roland Garros 2012 è entrata per la prima volta tra le prime 10 giocatrici del mondo: è la terza italiana di sempre a riuscirci, dopo Flavia Pennetta e Francesca Schiavone.

Papà Giorgio le mette una racchetta in mano quando ha ancora 5 anni. Quando di anni ne ha invece 12 e il suo talento inizia a sbocciare, viene presa la grande decisione: partire per la Florida e l'accademia di Nick Bollettieri per inseguire una carriera da tennista professionista.
Nel 2002, ad appena 15 anni, arrivano i primi punti WTA, mentre nel 2005 arriva la prima vittoria a livello professionistico, nel torneo ITF di Melilla. Nel 2007 sfonda il muro delle prime 100, ma è il 2008 è l'anno della definitiva esplosione: a Palermo conquista i suoi primi titoli a livello di tour maggiore in carriera, vincendo sia in singolare che in doppio. La settimana successiva trionfa anche a Portorose, Slovenia, sconfiggendo in finale la specialista spagnola Medina Garrigues.
Questi risultati le permettono di entrare nella Top50, da cui da allora non è più uscita.

Il 2012 è l'anno che la proietta tra le più grandi tenniste italiane di sempre. In gennaio, agli Australian Open, raggiunge i suoi primi quarti di finale in uno Slam, dove viene fermata solo da Petra Kvitova. In coppia con Roberta Vinci raggiunge addirittura la finale. A febbraio a Monterrey raggiunge la semifinale in singolare e vince il titolo di doppio, sempre con la Vinci. Ad Acapulco trionfa in singolare, battendo in finale Flavia Pennetta per il suo terzo titolo, e in doppio, con l'ormai inseparabile compagna tarantina. Dopo un marzo negativo, al ritorno sulla terra Sara continua a mietere successi: vittoria a Barcellona in singolare (b. Cibulkova) e doppio, bissata poco dopo a Budapest in singolare (b. Vesnina) per il quinto titolo in carriera, il terzo in stagione. Eguagliato quindi il record di vittorie in singolare in un'unica stagione stabilito nel 2011 dalla sua compagna di doppio Roberta Vinci. Sempre con lei, a Madrid e a Roma vince il titolo di doppio.
Il 27 maggio inizia il Roland Garros che le permette di guadagnarsi un posto speciale nella storia del tennis italiano. In doppio con la Vinci conquista il primo titolo Slam di una coppia tutta italiana. In singolare mette in fila avversarie come Ivanovic, Kuznetsova, Kerber e Stosur per conquistarsi un posto in finale, la terza consecutiva a Parigi con protagonista un'italiana. Viene fermata solo da Maria Sharapova. Oltre a garantirle un posto nella Top 10 mondiale, questo risultato le permette di diventare per la prima volta la numero 1 italiana.
A Wimbledon invece esce al terzo turno ma poi arrivano la vittoria nel torneo di Palermo, le Olimpiadi di Londra (ko al primo turno), le semifinali a New Haven (sconfitta dalla Kvitova) e agli US Open (battuta da Serena Williams). Il momento d’oro di Sara prosegue nel 2013: finali a Parigi (indoor) e Dubai e il successo ad Acapulco prima dei quarti a Indian Wells e Miami. La Errani gioca anche in Fed Cup contro la Repubblica Ceca per poi rituffarsi nei Masters 1000 con successo: finale a Madrid persa contro la numero 1 al mondo Serena Williams, e la semifinale a Roma (ko contro la Azarenka) prima di giocarsi la semifinale dello Slam al Roland Garros dove finisce ko sempre contro Serena. Una serie di risultati che proiettano Sara fino alla posizione numero 5 nella classifica WTA, il suo miglior piazzamento in carriera. A coronamento di una grande stagione arriva anche la finale di Fed Cup contro la Russia dove Sara contribuisce al trionfo mondiale delle azzurre vincendo due singolari. Il 2014 è un altro anno di risultati straordinari: in doppio con la Vinci arrivano infatti le vittorie agli Australian Open, primo Slam della stagione, a Stoccarda, Madrid prima del trionfo sull’erba di Wimbledon, e infine Montreal. Nel singolare invece Sara va in finale a Parigi (indoor, ko contro la Pavlyuenkova) e agli Internazionali di Roma dove sulla sua strada trova ancora una volta Serena Williams. Negli US Open invece si ferma ai quarti di finale. Nel 2015 i risultati più significativi sono: il titolo a Rio de Janeiro, la finale persa a Bucarest, le semifinali a Monterrey, Bad Gastein, Toronto e Guangzhou; i quarti al Roland Garros e il torneo di doppio vinto con la Vinci a Auckland. Successi che proseguono nel 2016, quando Sara vince il torneo di Dubai, le semifinali a Charleston. Nelle Olimpiadi di Rio de Janeiro invece la Errani arriva fino agli ottavi di finale dove perde contro la russa Kasatkina. Nel 2017 il titolo nel doppio a Tianjin in coppia con la Begu; nel singolare invece Sara arriva ai quarti a Bogotà e Bol, e in semifinale a Rabat e Tianjin. Il 2018 di Sara si è aperto con due vittorie in Fed Cup in singolare contro la Spagna.
Caratteristiche tecniche
  Destrorsa, rovescio a due mani
Best ranking numero 5 (20 maggio 2013)
Nello Slam ha raggiunto la finale al Roland Garros (2012), i quarti di finale agli Australian Open (2012), il terzo turno a Wimbledon (2010) e US Open (2009, 2010).
In Fed Cup ha debuttato nel 2008 e ha fatto parte della squadra campione del mondo del 2009, del 2010 e del 2013. Nella semifinale del 2011 contro la Russia, gioca il suo primo incontro influente per l'esito dello spareggio, perdendo da Vera Zvonareva. La sua prima vittoria arriva nei quarti di finale del 2012, contro Kateryna Bondarenko nel primo incontro della sfida vinta sull'Ucraina. Tra singolare e doppio il suo bilancio è di 25 vittorie e 19 sconfitte.
I risultati principali Singolare
Vittorie (9): 2018 125/Indian Wells; 2016 Dubai; 2015 Rio de Janeiro; 2013 Acapulco; 2012 - Acapulco, Barcelona, Budapest, Palermo; 2008 - Palermo, Portorose.Finali (10): 2015 Bucarest; 2014 Parigi Indoor, Roma; 2013 Parigi Indoor, Dubai, Palermo; 2012 - Roland Garros; 2011 - Pattaya City; 2009 - Palermo, Portoroz.

Doppio
Vittorie (27): 2018 - Auckland (con la Schoofs); 2017 – Tianjiin (con Begu); 2015 – Auckland (con Vinci); 2014 – Australian Open, Stoccarda, Madrid, Wimbledon, Montreal (con Vinci); 2013 – Australian Open, Parigi (Indoor), Doha (con Vinci); 2012 - Monterrey, Acapulco, Barcellona, Madrid, Roma, Roland Garros, 's-Hertogenbosch, US Open (tutti con Roberta Vinci); 2011 - Hobart, Pattaya City, Palermo (tutti con Vinci); 2010 - Marbella, Barcellona (tutti con Vinci), Palermo (con Alberta Brianti); 2009 - 's-Hertogenbosch (con Flavia Pennetta); 2008 - Palermo (con Llagostera Vives).Finali (14): 2016 – Doha (con Suarez Navarro); 2014 - Sydney, Roma, Roland Garros (tutte con Vinci); 2013 - Sydney, Roma, Roland Garros (tutte con Vinci); 2012 - Australian Open, Miami (tutte con Vinci); 2011 - Marbella, Birmingham, New Haven (tutte con Vinci); 2010 - Acapulco (con Vinci), Moscow (con Martínez Sánchez).
ITF Pro Circuit
www.lexicon.it

Federazione Italiana Tennis - P. IVA 01379601006       Cookie Policy