Internazionali BNL d'italia
Istituto Superiore di Formazione “Roberto Lombardi”
Centri Federali Tennis
FIT Ranking Program
Beach Tennis
Paddle
Tennis in Carrozzina
Lab 3.11
Comitato Italiano Paralimpico
SeniorTennis
www.superabile.it
LOGIN
HAI DIMENTICATO LA PASSWORD?
... a proposito di tennis

 

RSS

La parola ai tesserati

Se sei un tesserato FIT puoi iscriverti al Blog e pubblicare un tuo post, se la tessera è di tipo atleta e ti iscrivi alla newsletter riceverai via e-mail la TUA classifica.

CERCA IN TRIBUNA APERTA

CERCA
 
Sabato, 29 Marzo 2014 alle 22:41

IL PALLETTARO E' TENNIS ?

di Fabio Gulla'
Ciao oggi ho giocato una semifinale di Tornei FIT Weekend a Torino.

Ognuno è libero di giocare come vuole.

Ma la domanda è : E' giusto secondo voi, giocare a tennis e tirare la pallina alta che sfiora il pallone.

CHE SENSO HA ?
Cioè gente anche brava atleticamente e magari anche tecnicamente, una palla semplice sul colpo migliore il diritto alzare SEMPRE un campanile che sfiora il pallone.

Per favore commentate questo POST.

Aiutatemi a capire cosa scatta nella testa di questi giocatori, quale è la motivazione.

NON ESISTE UNA REGOLA DI LEALTA' FAIR PLAY ?
Ci sono delle regole morali nella vita.
>
labels:

commenti

146

  Secondo me si

di Fabrizio Buratti (Domenica, 2 Luglio 2017 22:24)

145

  Fosse per me farei questa regola:
1) coperture di 5 m. così si risparmia in riscaldamento
2) all'esterno delle reti sopra il campo sempre alte 5 m.
in entrambi i casi si guadagna in spettacolo.
In questo modo si penalizzerebbero solo i pallonettari e non chi gioca alla Nadal (che non è un pallettaro, semai un arrotino).
Però le regole non le faccio io e sono d'accordo con chi ho sottolineato che l'importante è assumere un comportamento corretto e un atteggiamento sportivo.
Le varianti ci sono e se sono lecite uno ha tutto il diritto di usarle.
Giocare a pallette ci stà.
Uno può giocare come vuole ma non deve poi lamentarsi se nessuno gli chiede di giocare a tennis al circolo ... ecco perchè li trovi tutti nei tornei.

di manutennis (Domenica, 13 Aprile 2014 23:09)

144

  Sto imparando a giocare. Consiglio da allievo ad agpnista: MIGLIORATI E AVRAI MENO PROBLEMI TECNICI. E ricordati che NESSUNO È PERFETTO e che sicuramente sei molto più bravo non solo di me (ci vuole poco) ma di tutti quelli che tecnicamente non sono al tuo livello. Sembra banale, ma penso che è tanto. Ciao a tutti. Alessandro

di SAT (Sabato, 12 Aprile 2014 22:28)

143

  Anche io credo che ognuno debba giocare come vuole e come sa.
Il problema è un altro, magari: la maggior parte dei tornei FIT sono su terra, su campi tenuti spesso male, sgangherati e pieni di buche, le ti e umidi. E circoli ospitanti, poi, spesso cambiano le palline solo quando sono marce.
Con queste condizioni certo che i pallettari sono favoriti, perchè per tirare un vincente occorre forzare all'inverosimile.
SI facciano più tornei sul veloce, e con palline nuove almeno a ogni incontro,e poi vediamo se questi si possono ancora permettere di fare i pallettari...

di tremetrifuori (Venerdì, 11 Aprile 2014 22:27)

142

  Se hai perso hai perso.

di Pasquale Cupi (Venerdì, 11 Aprile 2014 15:30)

141

  ...........hai ragione i pallonetti non sono tennis.
Ma è altrettanto vero che definire tennista un quarta categoria è ridicolo.
Quindi tu e il tuo avversario, nella realtà non esistete.

di boobobo (Giovedì, 10 Aprile 2014 01:32)

140

  Grazie a tutti per i commenti belli e brutti :)

RIFLESSIONI :
- Ognuno è libero di giocare come vuole è giusto. Non offendo nessuno.
- Grazie per i consigli tecnici, un po' pochini ma erano quelli che volevo.
- La partita l'ho persa io meritatamente e non mi nascondo .

Ciao a tutti io ci ho messo la FACCIA !!!


di fabyok76 (Mercoledì, 9 Aprile 2014 23:07)

139

  non me ne vogliano ma in difesa e in alcuni colpi imito nadal con il diritto pero' non sono mancino quando tiro penso solo a tirare da sotto forte con rotazione e mi consente di stare sia in attacco e in difesa con il colpo a rimbalzo alto inoltre recupero tempo per posizionarmi comunque e' uno stile di gioco come quello che va sempre a rete o quelli che fanno sempre smorzate l'importate e' tirarla nel campo e quelli bravi cambiano schema di gioco a seconda dell'avversario ciao

di Andrea Di bartolomeo (Mercoledì, 9 Aprile 2014 21:50)

138

  Se il tuo avversario ha giocato in questo modo perché ha visto che ti metteva in difficoltà con le palla alte,è da stimare perché è stato molto intelligente..se invece il suo modo di giocare è questo a causa di carenze tecniche,ha ancora maggiormente la mia stima perché ha dato tutto quello che poteva dare sul campo...il tuo ragionamento lo facevo quando ero più giovane e n

di (Mercoledì, 9 Aprile 2014 08:59)

137

  buongiorno,dal punto di vista tecnico il regolamento sportivo FIT impone ai giocatori di impiegare nella gara il massimo impegno possibile, con applicazione di penalità.
Ciò che passa nella loro testa... io non lo so, penso paura di perdere o mettere l'avversario in difficoltà (che ,almeno per certi aspetti ed in certa misura, è comprensibile e legittimo, ovvio ...dà fastidio eccome !).
nicola

di nick12578 (Martedì, 8 Aprile 2014 14:17)

136

  CERTO COME GIOCAVANO PERICOLI SOLOMON BORG ALZA anche NADAL !!!! OH NO.......

di DAS (Martedì, 8 Aprile 2014 12:48)

135

  lecito ogniuno pugiocare come meglio gli aggrada a tennis anche con il manico della racchetta!! scendi a rete fai volè smach migliora il tuo tennis e vedrai che in 30 minuti mandi a casa i pallettari.ciao

di superpippoinzaghi (Martedì, 8 Aprile 2014 12:09)

134

  Basta che al primo pallonetto smash o diritto al volo, vedrai che gli passa subito la voglia...

di Danilo Esposito (Martedì, 8 Aprile 2014 10:05)

133

  Fai un passo dentro e smescia!!!! che regola morale vai cercando??? avrà visto che fruttava e ha continuato! se tu chiudevi una di quelle palle probabilmente l'avresti messo in condizione di trovare alternative! fino ai seconda categoria tutti giocano trovando il modo di metterti in difficoltà anziché cercare di fare il punto... Adattati... in bocca al lupo

di Luca Bassani (Martedì, 8 Aprile 2014 09:51)

132

  Non credo occorra scomodare le regole morali: l'obiettivo di ogni partita è vincere (e questo procurerà un dispiacere all'avversario, ma non per questo saremo tacciati di perfidia....) ed è lecito usare ogni mezzo che non infranga il regolamento "scritto" del nostro sport. Il resto sono chiacchiere.
Altrimenti anche fare reiterate palle corte ad uno che pare un po' claudicante, od affaticato, o magari solo O50 come il sottoscritto, sarebbe "immorale"....ma, purtroppo x me, non lo è affatto.

di Simone Costagli (Martedì, 8 Aprile 2014 09:38)

131

  Non e' nessuna regola morale!!! L'unico modo e' imparare bene a fare lo smash!!

Io sono solo un 4.2 , da fondocampo ho tuttora dei problemi a spingere, per cui tendo anche io un po' a difendere, piu' che altro con top spin alti 2, 3 metri da terra (non campanili comunque) . Ma quando l'avversario va in crisi mi alza il campanile quasi per vendetta!!! Ma io lo smash lo so fare!

In quarta cat il problema piu' grosso e' che tutti tendono ad imparare il gioco da fondocampo a scapito di quello a rete, e per me e' un errore..Meglio la vecchia scuola al cesto per questa cosa...Ho trovato giocatori abilissimi da fondocampo ma al contrario di me si tirano le volee nei piedi. Questo non ha senso! La verita' sta' nel mezzo

di Zampirone (Lunedì, 7 Aprile 2014 22:30)

130

  La risposta alla tua domanda è molto semplice:
A tennis c'è chi si diverte con il bel colpo e chi si diverte solo vincendo. nel secondo caso, se per vincere serve fare solo pallonetti alti quanto il pallone... così fanno.
Non condivido, ma è la realtà.

di Abaraj (Lunedì, 7 Aprile 2014 22:02)

129

  Scusa ma hai torto perchè anche i grandi campioni pur di vincere, nel loro caso magari rallentano un sacco, fanno solo beakspin, nel nostro caso i pallonetti!
Guarda che io perdevo 2-6 6-4 0-5 e ho cominciato a tirar su solo pallonetti ed ho vinto 7-6 (4)!
Sono quelle partite in cui tiri fuori una risorsa quelle che ti ricordi anche molti anni dopo o addirittura in tutta la vita!!! CIAOOOOOOOO

di continental (Lunedì, 7 Aprile 2014 18:15)

128

  Ti confermo, non è tennis.....Ho da poco perso un quarto di finale di torneo IV categoria al terzo set dopo due ore e mezza di partita con circa centocinquanta palle lanciate nella stratosfera e altrettanti smash recuperati....davvero snervante e sfiancante. Faccio mea culpa perchè in condizioni normali gente così dovrebbe essere disintegrata al solo entrare nel campo...Unica scusante venivo da un torneo vinto ieri, che mi ha letteralmente prosciugato a livello mentale e fisico.
La prossima volta credo di non concedergli neppure un game e di questo sono consapevole...
In fine, nel tennis la morale c'entra poco...soprattutto con gente cosi', che stai sereno, non fa tanta strada prima di essere asfaltato da qualcuno che lo aspetta al varco....

di Ivan Manco (Lunedì, 7 Aprile 2014 18:10)

127

  Ciao, entro poche volte sul sito della FIT ma questa domanda sui pallettari e su chi palleggia alto non tramonta mai. Io personalmente credo che, al di là del fatto che può essere poco divertente giocare con un avversario di questo tipo, si tratti comunque di un modo come un'altro per giocare a tennis; un modo per innervosire l'avversario dal punto di vista psicologico, un modo per dare palle senza peso dal punto di vista tecnico, un modo per sfiancare l'avversario da punto di vista tattico. Non ci vedo ne implicazioni morali ne di fair play; devi solo dimostrtare di essere più forte anche con giocatori che giocano così. Anzi, il metro di giudizio su propri miglioramenti dovrebbe proprio basarsi sulla capacità di concetrazione con avversari che fanno un gioco che non ci piace o che ci mette in difficoltà. Sarebbe come chiedere a Nadal di non arrotare il dritto perchè a Federer da fastidio. Ma la vera domanda e' : sarebbe forse meglio giocare con qualcuno che tira teso ma ruba le palline ? Questo e' immorale e anti sportivo.
Questo e' il mio parere.
Ciao

di ANDREACBR (Lunedì, 7 Aprile 2014 17:24)

126

  Il fair play e la lealtà consistono nell'essere onesti in campo. Il modo di giocare del tuo avversario non lo scegli tu, se scendi in campo devi essere pronto a fronteggiare qualsiasi avversario anche il pallettaro e se non riesci a vincere semplicemente lui nonostante tutto è più forte di te.

di Massimiliano De respinis (Lunedì, 7 Aprile 2014 17:22)

125

  forse per qualcunopaura timidezza come me leprimissime partite poi ho smesso andava come andava edopo un po mis0no sciolto e cosi vincevo di piu e mi divertivo e facevo divertire ma ci sono molti che lo hanno a vizio per me quell0 che gli passa per la testa e "per me conta solo vincere so farlo solo cosi e per una cosa o un altra non riesco acambiare percio" pero perche non creare una categoria a parte m.b. moonballers potrebbe essere un idea scherzo ..pero magari con l aiuto di una fotocellula che vede l altezza media delle palle tirate durante un incontro......

di giorgio (Lunedì, 7 Aprile 2014 15:50)

124

  forse per qualcunopaura timidezza come me leprimissime partite poi ho smesso andava come andava edopo un po mis0no sciolto e cosi vincevo di piu e mi divertivo e facevo divertire ma ci sono molti che lo hanno a vizio per me quell0 che gli passa per la testa e "per me conta solo vincere so farlo solo cosi e per una cosa o un altra non riesco acambiare percio" pero perche non creare una categoria a parte m.b. moonballers potrebbe essere un idea scherzo ..pero magari con l aiuto di una fotocellula che vede l altezza media delle palle tirate durante un incontro......

di giorgio (Lunedì, 7 Aprile 2014 15:49)

123

  Purtroppo ci sono, e non è "tennis".... Ma solo quello sanno fare... È pure difficile batterli!!

di Michele Forni (Lunedì, 7 Aprile 2014 13:27)

122

  BENVENUTO !!!!
PER QUANTO POSSA ESSERE FASTIDIOSO DA DIGERIRE , OGNUNO E' LIBERO DI GIOCARE COME CREDE E SOPRATTUTTO DI GIOCARE IN MODO DA METTERE IN DIFFICOLTA' L'AVVERSARIO........ IO LA PENSO COME TE, SONO UNO A CUI PIACE TIRARE, E QUANDO MI TROVO A DUELLARE CON UN PALLETTARO RISCHIO SEMPRE DI ANDARE FUORI DI TESTA. CALMA CALMA E CALMA , DEVI ESSERE BRAVO A METTERLA GIU' LA PALLA......

di FULVIO007 (Lunedì, 7 Aprile 2014 11:02)

121

  nel tennis l'unica regola e' tirare la pallina dentro le righe e sopra la rete ... Non e' uno sport come la ginnastica artistica dove si misura la bellezza del gesto tecnico e atletico ... si tratta di trovare ogni volta la contromisura a cio' che fa l'avversario e questo e' il suo bello ... Solo i giocatori scarsi ragionano come te

di Tennisrules (Domenica, 6 Aprile 2014 20:12)

120

  Doverosamente premetto, ripetendo, che ognuno è libero di giocare come vuole. Poi però aggiungo ... PURTROPPO. Personalmente, non sono un fenomeno ma un modesto 4.2, mi piace giocare a tennis, però non ho un braccio che, soprattutto sulla terra, mi può consentire di tirare un vincente da 3/4 di campo con una palla che rimbalza 3 metri alta. Ci vorrà anche un'arte per fare tale tipo di gioco, ci sono fenomeni che in ogni tipo di situazione sono capaci di tirare palle alte 15 metri che rimbalzano tutte nell'ultimo netro di campo; e partite che durano 4 ore. Però ad essere sincero quando mi capita uno di questi soliti noti in tabellone viene voglia anche dinon andare ... e a costo di essere antisportivo, accadrà che se mi capita la giornata che non ho voglia di rompermi più di tanto.... non andrò. Ma chi è il vero antisportivo? Ma ... ci sono sempre stati (ci sono leggende metropolitane davvero degne di nota) e sempre ci saranno

di Sandro Carlini (Domenica, 6 Aprile 2014 19:59)

119

  Due cose:
la prima: se giochi con un giocatore così metterai a punto lo smash. Forse dopo partita la spalla ti farà un pò male.
la seconda:
per molti giocatori quello che conta è il risultato. Se lo ottieni con un sistema (che non è poi così facile!) ma che ti è congeniale, allora lo usi. In ogni caso questi giocatori vanno avanti perché vincono. Se non succedesse smetterebbero. La specializzazione estrema di alcuni colpi specifici può risultare più utile dell'utilizzo di tutti i colpi compresi alcuni mal eseguiti.

Per concludere, ovviamente parliamo di tennis di quarta categoria o veterani.

di marco (Domenica, 6 Aprile 2014 18:43)

118

  a tennis , notoriamente vince chi la mette dall'altra parte una volta in più dell'avversario. Comunque ATP e WTA potrebbero fare come nel campionato professionistico di basket NBA in cui la difesa a zona è vietatissima in quanto controproducente per lo spettacolo, questo divieto c'è da 50 anni !

di Giorgio il mitico (Domenica, 6 Aprile 2014 17:22)

117

  Per vincere bisogna vincere
perdere è più facile
(sempre nelle regole)

di Aquila bianca (Domenica, 6 Aprile 2014 16:48)

116

  Chi vince ha ragione, mi dispiace non si può dire altro.

di Joy760 (Domenica, 6 Aprile 2014 15:26)

115

  Chi vince ha ragione, mi dispiace non si può dire altro.

di Joy760 (Domenica, 6 Aprile 2014 15:25)

114

  Scommetto che hai perso se hai postato sta cosa

di Edo999 (Domenica, 6 Aprile 2014 15:17)

113

  Caro amico si gioca x mettere in difficoltà l'avversario se sei più forte vinci comunque. Utilizza questi giocatori x migliorarti e saperli affrontare in futuro. In bocca al lupo

di Domenico Meddi (Domenica, 6 Aprile 2014 13:26)

112

  Sai, da giocatore che usa un gioco aggressivo e veloce posso dirti che odio i pallettari anche se nella vita ne ho trovati tanti, ma non c'è nessuna regola che lo vieta e ognuno può giocare come vuole, forse perché è l'unico modo in cui sanno giocare...

di (Domenica, 6 Aprile 2014 11:53)

111

  Ciao Fabio sono Matt... beh, se l' avversario non è in grado di andare a chiudere queste palle, se non smash, magari con uno schiaffo a volo...purtroppo tutto è lecito! Si tratta quindi oltre che di colpi difensivi anche "tattici" ma validi appunto fino ad un certo livello. Buon tennis!

di Matto (Domenica, 6 Aprile 2014 10:51)

110

  Carissimi amici tennisti del tempo libero vi dico che chi sa veramente giocare a tennis non teme alcun pallettaro,perchè chiude tutti i colpi e vince 6/0 6/0 con il "pallettaro".Quindi se vi da fastidio il pallettaro vuol dire che non siete bravi,ma credete di esserlo e siete i giocatori di tennis del sabato....Io sono 4/3 e un pallettaro,ma quando ho incontrato un 3/4 e mi i ha fatto 6/1 6/2.Secondo voi perchè?meditate giocatori del tennis del sabato e ognuno gioca come vuole,l'importante è essere onesti ed educati in campo.

di Achille Falivene (Domenica, 6 Aprile 2014 09:42)

109

  Questo è il tennis!
Perchè se uno ti tira i pallonetti vuol dire che vede che tu su di essi fai fatica e non stai lì a giocartela e butti via la partita!
Se invece cominciassi anche tu a pallettare vedrai che ci saranno quelli che con te non fanno più neanche ad un gioco!
Fonte: Maestri di tennis, Esperienza Personale ed è Il Tennis!!!!!!!!!!

di continental (Domenica, 6 Aprile 2014 09:07)

108

  Scusa ma non capisco cosa c'entri il fair play o addirittura la moralità, e' come se cominciassimo a chiederci se è morale fare le palle corte a chi corre poco, o a giocare sul colpo più debole del nostro avversario. Ma stiamo scherzando? Il comportamento leale ed onesto in campo e' l'unica cosa che ha importanza. Tutto il resto può essere più o meno bello ma rimane il fatto che ns avversario non ha il dovere. Giocare come piace a noi. Buon gioco e buon divertimento.

di Riccardo Cianci (Sabato, 5 Aprile 2014 23:41)

107

  Potranno anche vincere qualche partita in piu' ma che gusto ci trovano???
x me non e' Tennis....

di O Rei (Sabato, 5 Aprile 2014 21:19)

106

  SE ALZANO LA PALLA E' PER SENSO DI IMPOTENZA E DI INADEGUATEZZA. PURTROPPO MOLTE VOLTE RIESCONO A SNERVARE E A FIACCARE L'AVVERSARIO. PER ME NON E' TENNIS MA FINCHE' VINCONO AVRANNO RAGIONE LORO. MALEDETTI LORO.

di NAT KING (Sabato, 5 Aprile 2014 19:58)

105

  ognuno gioca come vuole....se si è più bravi lo si batte...altrimenti....poi se si gioca per il puro divertimento ...si può anche non curarsene del risultato!

di ctripa (Sabato, 5 Aprile 2014 14:12)

104

  non sono tennisti ,ma vogliono a tutti i costi giocare a tennis,credono di essere furbi ma sono i piu' imbecilli di questa terra.se fossi un responsabile della fit li manderei a zappare la terra a 50° gradi sotto il sole

di ram (Sabato, 5 Aprile 2014 13:26)

103

  Non te la prendere.
I pallettari ci sono sempre stati e sempre ci saranno.
Si tratta semplicemente di persone che hanno dei seri problemi psicologici (oltre che tecnici, in quanto se fossero capaci di giocare a tennis magari lo farebbero anche).

di prostaff original only (Sabato, 5 Aprile 2014 13:16)

102

  Ciao a tutti, insegno da un bel pò e questo argomento interessa sempre. Il nostro è un gioco circostanziale, ovvero se mi trovo a Chieri o Santena o sotto altri "palloni" mi adatto. L'avversario vuole vincere, sua unica motivazione del tiro al piattello, e sa che vince " tanto", con tipi come te, che non studiano le contromosse, e che sono motivati dal "momento Federer" (ho perso, ma ho tirato un rovescio....). L'etica non entra in gioco, se non quando la scorrettezza è evidente; Per cui solo pensare che colui che gioca a suo modo, e vince a suo modo, non abbia fair play ci fà regredire e non superare la difficoltà. Conclusione alla tua domanda, E' GIUSTO TIRARLA A CAMPANILE SFIORANDO LA CIMA DEL PALLONE, ma è anche vero che: chi sa servire bene, chi sa schiacciare bene, chi sa giocare un dritto al volo, chi sa rispondere palla corta (e ti voglio da li tirare a campanile), chi sa giocare stretto, chi sa giocare un taglio basso, chi sa giocare le volèè,...ho dimenticato qualcosa?

di lesotutte (Sabato, 5 Aprile 2014 08:32)

101

  Visto che lo chiedi per favore, commento questo post: impara a scrivere in italiano!

di A72 (Venerdì, 4 Aprile 2014 23:38)

100

  Ciao Fabio condivido appieno il tuo pensiero,purtroppo per me questo non è Tennis,magari un gioco efficace per far punti ma come divertimento no. Io sono una giocatrice con classifica 4.4 e non amo pallettare solo in alcuni momenti, e penso che purtroppo questi giocatori non fanno molta strada io sinceramente non ho mai visto una terza categoria pallettare alto.e questo la dice lunga.CIAOOO.....

di laura (Venerdì, 4 Aprile 2014 21:23)

99

  Fare palle corte e' tennis?
Tirare sul colpo più debole dell'avversario e' morale?
Cercare di vincere con tutti i mezzi leciti e' la sola regola etica che esiste in qualsiasi tipo di sport. Buon tennis a tutti. Riccardo

di Riccardo (Venerdì, 4 Aprile 2014 13:23)

98

  SEI FORTUNATO CHE C'È IL PALLONE..

di MASTROPLUXS (Venerdì, 4 Aprile 2014 13:16)

97

  Tranquillo, tra poco toglieranno i palloni e la cosa peggiorerà!!! No so a che livelli giochi, ma se un "pallettaro" è arrivato in semifinale un motivo ci sarà e forse è proprio quello che lo spinge a giocare così, oltre al fatto che quando si prendono delle abitudini e magari non si spendono milionate in lezioni private è difficile cambiare... Comunque per me ognuno può giocare come vuole, sta all'avversario dimostrare di essere più forte, anche perché uno può spallettare quanto vuole che se tu sai chiudere i colpi ed hai un buon tennis allunga solo la sofferenza. Fair play nel tennis è anche rispettare tutti e il gioco di tutti, sai quanti giocatori dalla bella tecnica e i colpi esplosivi ho visto fare delle scene antisportive in campo? Questo sport si presta a troppe variabili e a cercare sempre delle scuse, cerchiamo prima di guardare il nostro gioco e poi di criticare gli altri, tra i giocatori BRAVI pallettari non ce ne sono, non possono fare strada, ciò significa che a certi livelli siamo tutti scarsetti ed è giusto che la gente giochi come sappia e come riesce. Ciao

di Marco68 (Venerdì, 4 Aprile 2014 11:45)

96

  Ti sei praticamente risposto da solo. personalmente quando mi è capitato ne ho approfittato per allenarmi nello smash.

di kremissa (Venerdì, 4 Aprile 2014 09:39)

95

  no no e ancora no... non è tennis... dovrebbero inventare una categoria speciale per questi "diversamente tennisti"...
gioco perchè mi piace provare i colpi, perchè il gesto nel tennis è tutto e pazienza se qualche rovescio mi finisce in corridoio o in rete...
probabilmente se mi adattassi sarei un paio di scalini in classifica più in alto ma, credetemi, non ce la faccio...
il pallettaro, o meglio, il pallonettaro, quello che ti lobba anche una seconda di servizio innocua, è la morte dello sport...
è vero, verissimo, ognuno gioca come vuole ed ha il sacrosanto diritto di lobbare tutto il lobbabile ma sappiate che giocate accompagnati da tutto il mio disprezzo... mi batterete sempre ma non a tennis, il tennis è un'altra cosa, voi giocate per il punteggio, per avanzare in un tabellone di 4a categoria dove non ci sono premi o soldi da vincere, chissà che divertimento eh?!!?
buon non Tennis caro amico pallonettaro!!!

di Giosue'simone Moscon (Venerdì, 4 Aprile 2014 09:08)

94

  Caro sig. Gulla, Lei appartiene alla categoria dei NON sportivi, quelli per intenderci che quando perdono è perché l'avversario è un pallettaro.
Esistono tanti altri sport senza l'ausilio delle palline, ad esempio l'ippica che ne dice ? Ci pensi.

di lupo46 (Giovedì, 3 Aprile 2014 18:39)

93

  La testa di questi giocatori e' normalissima forse dovresti cominciare ad anticipare la palla. Non hai scelta, per sopravvivere nella quarta categoria devi saper giocare contro un pallettaro. Forza Fabio non e' difficile, non giocare la palla sempre in ritardo.

di tresponder56 (Giovedì, 3 Aprile 2014 16:24)

92

  Non centra nulla il fair play e/o la lealtà sportiva. Fa parte del gioco. Anzi, ti posso solo consigliare di non mostrarti infastidito, perchè l'intento di chi adotta questa tattica è proprio quella di "incartarti" mentalmente.
La prossima volta prova a resistere e fare in modo vincere 3/4 punti consecutivi e vedi che non lo faranno più.
Saluti

di Jack66 (Giovedì, 3 Aprile 2014 14:55)

91

  Secondo il tuo teorema quindi Bjorn Borg non sarebbe dovuto esistere. Ognuno prova a vincere con le armi a sua disposizione. Se tu giochi 5 volte a settimana, è moralmente accettabile giocare contro di me che invece mi alleno solo 2 volte a settimana? Ciao :-)

di Manlio Rizzo (Giovedì, 3 Aprile 2014 12:28)

90

  La regola base del tennis è tirare la palla dall'altra parte del campo e sbagliare meno dell'avversario.
Quindi si, il pallettaro è tennis.

Cosa scatta nella sua mente? E' uno molto determinato che non vuole perdere ed è disposto a soffrire per portare a casa la partita, per lui è divertente e motivante commettere meno errori dell'avversario.

Come sconfiggerlo? le cose sono due, o sei talmente più forte che entri in campo e lo prendi a pallate, oppure sei più pallettaro di lui e a quel punto il responsabile del torneo chiuderà il campo per lasciarvi giocare 3-4 ore in libertà.

di Mr Muscolo (Giovedì, 3 Aprile 2014 10:27)

89

  Si è un gioco fastidioso....ma il tennis è anche questo, nella categoria dove sei è abbastanza normale ma non credere anche nelle categorie superiori fino a alla seconda esistono i pallettari...li li chiamano regolaristi gente che non tira una palla manco per sbaglio. Cmq è buona norma vincere e poi criticare il gioco del tuo avversario. Ognuno gioca come vuole basta che sia corretto il tuo avversario non è li per giocare come vuoi tu! Alla fine chi vince festeggia chi perde spiega. Poi certo non è un bello spettacolo ma nel tennis non ci sono ancora i giudici che premiano il gioco e lo stile per adesso contano le righe e la rete, se tiri fuori e in rete perdi! Il pallettaro gioca per vincere altro non gli importa!

di ruggy (Giovedì, 3 Aprile 2014 10:24)

88

  Alzano la palla? entra e chiudi!!!!!
Se non ci riesci sei tu quello scarso non lui...

di gasquet100 (Giovedì, 3 Aprile 2014 10:20)

87

  Il tuo post è assurdo!Parli di lealtà,fair play,regole morali...bah
Forse dici questo perchè hai perso.Ognuno gioca come vuole,non c'è un modo giusto, certo per diventare campioni non è la strada giusta giocare a pallettoni, ma per divertirsi e fare la partita,ognuno adotta la tattica migliore.
Purtroppo c'è questo rifiuto verso i pallettari, forse perchè con il loro gioco semplice,mettono in evidenza i limiti tecnici.Chi tira si sente superiore e non accetta un gioco del genere, ma la prima regola è metterla in campo.

di duilio82 (Giovedì, 3 Aprile 2014 10:08)

86

  Fabio è evidente che non hai le armi tecniche per battere un giocatore di quel tipo, altrimenti non ti sarebbe mai venuto in mente di postare una considerazione così stupida. Impara a fare lo smash - e poi se la palla "sfiora" il pallone è punto perso del "pallettaro" ;-) Ciaoooooo

di Remo (Giovedì, 3 Aprile 2014 09:41)

85

  basta che al pallonetto rispondi con un colpo vincente o uno interlocutorio per attaccare e fare punto, se non lo sai fare "che senso ha"...
meno chiacchere e più tennis...

di Erta '07 (Giovedì, 3 Aprile 2014 08:53)

84

  Esistono i giocatori bravi e quelli meno bravi.... quest'ultimi non sanno gestire tutte le situazioni e si lamentano per la loro scarsità a gestirle e le palle alte sono una di queste. Impara a giocare poi riscrivi un altro post :-)

di Tennista (Giovedì, 3 Aprile 2014 08:35)

83

  Chiedi che senso ha giocare una palla alta che ti da più fastidio di una palla tirata, tesa, e molto probabilmente rischiata? Bè mi pare che la risposta sia nella domanda...
Se ci sono dei giocatori che sanno giocare solo palle alte, allora dovresti approfittarne...se non riesci a farlo, allora hanno trovato il modo di batterti...ok, non è divertente, ma è sicuramente efficace, non è rischioso, innervosisce e mette in difficoltà l'avversario...purtroppo ne incontrerai a decine di avversari così, ma in campo vale la legge del più forte in ogni caso. Più che lamentarsi di questi giocatori dovresti sforzarti di trovare il modo di batterli agevolmente, una cosa è certa: il pallettaro aspetterà sempre e solo il tuo errore, lavora su questo e non vedrai l'ora di incontrare un avversario del genere...ciao!

di Alfonso (Giovedì, 3 Aprile 2014 01:58)

82

  Ãˆ vergognoso secondo me... Gente che pur di vincere gioca in maniera oscena.....

di Sergianni (Mercoledì, 2 Aprile 2014 23:06)

81

  Scuasami ma un post del genere non merita commenti...

di stefcav (Mercoledì, 2 Aprile 2014 22:47)

80

  ...,ma guarda dove ti ritrovo...,ma certo che e' tennis...tennis stellare... :-)

di luca.morei (Mercoledì, 2 Aprile 2014 22:01)

79

  Ciao Fabio,e' sicuramente fastidioso giocare con i ''pallettari'' e credo non faccia piacere a nessuno...anche se preferisco giocare con loro piuttosto che giocatori che mi fanno i buchi o mi fanno correre a tergicristallo...I pallettari esistono ...trova il modo di attaccarli, di farli giocare ''male'' con slice e smorzate.Buon tennis a te e a tutti ....pallettari compresi....ciao

di Andrea Lorenzi (Mercoledì, 2 Aprile 2014 20:03)

78

  Guarda, il mio gioco è lontanissimo da quello di un pallettaro, ma la lealtà e il fair play si dimostrano non rubando i punti non con lo stile di gioco. Ognuno gioca come gli pare e se non sei riuscito a batterlo vuol dire che semplicemente è più forte di te, io di stese da pallettari ne ho prese e le ho portate a casa senza trovare scuse. Questo è sinceramente quello che penso. Ciao

di Massimiliano De respinis (Mercoledì, 2 Aprile 2014 19:29)

77

  Le regole dicono che devi tirare la palla sopra la rete e dentro le righe, dopodiché ognuno è libero di utilizzare le proprie doti atletiche, tattiche e tecniche secondo le proprie possibilità e secondo la situazione.
Quindi secondo me il tuo avversario è libero di giocare come meglio crede per metterti in difficoltà e tu, se sei capace, devi essere più bravo di lui e fargli i punti o devi farlo sbagliare.
Altrimenti gioca solo con gli avversari che tirano secondo i tuoi criteri personali di giudizio.
Meglio che ti alleni...

di JohnME (Mercoledì, 2 Aprile 2014 17:39)

76

  ANCORA con sta polemica sui pallettari?!?! ma basta ! la volete capire che ognuno è libero di giocare come gli pare?!

di nandos (Mercoledì, 2 Aprile 2014 17:03)

75

  è semplicemente una tattica per cercare di vincere;un avversario è scorretto se cerca di rubarti i punti chiamandoti fuori delle palle buone,se perde tempo,se ti insulta ecc. A me sembra normalissimo,nel senso che cerca di sfruttare i suoi punti di forza per arrivare alla vittoria

di viper 15 (Mercoledì, 2 Aprile 2014 15:03)

74

  E cosa vorresti che gli altri giochino per far contento te?
In questo gioco si gioca per vincere e se uno gioca onestamente può giocare come vuole.

di Zizou80 (Mercoledì, 2 Aprile 2014 14:27)

73

  Caro Fabio,

parlare di fair play o addirittura regole morali a riguardo di un giocatore che basa il suo gioco nella regolarità e diciamo pure nel "pallettare" mi sembra totalmente insensato.

Premesso che io ho un gioco diametralmente opposto a quello che descrivi tu, ritengo che un giocatore con buone qualità tecniche non si debba preoccupare di uno che rema ma piuttosto di imporre il suo gioco e dominare la partita.

E comunque ho incontrato fin troppi giocatori col gioco pbrallante ma con una spiccata tendenza al furto sui punti importanti... Questà è scarsa integrità morale...

Lamentarsi del gioco dell'avversario ritengo sia un atteggiamento presuntuoso che non aiuta a vincere...

di Alberto Brunasso (Mercoledì, 2 Aprile 2014 14:07)

72

  Ciao Fabio,
guarda, sinceramente io sono un amante del gioco d'attacco, del serve & volley e in ogni caso della ricerca del punto vincente. Pero' una delle doti migliori che deve avere un giocatore del nostro livello (io per dire sono un modesto 4.1) e' quella di accettare qualsiasi tipo di gioco espresso dall'avversario.
Non esiste nessuna regola che dice che e' piu' bravo o piu' leale chi tira forte e fa vincenti. Nel tennis e' piu' forte chi fa piu' punti tirando la palla dall'altra parte entro le righe. Sei sei piu' forte e hai piu' armi un pallettaro lo distruggi, certo che ci vuole pazienza.

Questo per dirti che a livello di 4a categoria (e spesso anche terza) trovi giocatori di tutti i colori, e sei forte se rispetti il gioco dell'avversario.
Malgrado cio' ... viva il gioco d'attacco e i punti vincenti.

saluti
Giuliano

di Giuliano (Mercoledì, 2 Aprile 2014 11:35)

71

  Concordo con te. Sono giocatori tremendi. E non è neppure divertente affrontarli. L'unica soluzione che io ho trovato per affrontare questo tipo di giocatore è farli correre. Dal momento che appoggiano palle che non ti mettono mai in difficoltà falli correre a destra e sinistra aprendo gli angoli. Non ti divertirai comunque, ma magari li superi.

di Massimiliano Ausili (Mercoledì, 2 Aprile 2014 10:02)

70

  Caro Fabio purtroppo questa è diventata una consuetudine...La soluzione è allenarsi a spingere queste cacchio di pallette lente magari arrotando quanto più il colpo. Considera che sono anche un tipo "ansioso da campi veloci", mi piace chiudere subito il punto...ecco perché ti capisco.
Buona giornata

di cacuccipasquale (Mercoledì, 2 Aprile 2014 09:58)

69

  è molto semplice VINCERE
alzare la palla tirando piano sfruttando la velocita' della palla dell'avversario con padelloni e corte tirate a 15 kg
ha i suoi vantaggi
primo piu tempo la palla è in aria e piu tempo hai a disposizione di riposizionarti e ribattere
ho visto partite durare 5 o 6 ore giocatori anche piu quotati cadere in questa rete e soccombere estenuati inesorabilmente.
giocare piano con traiettorie alte ( pallonetti ) ha un basso indice di rischio e non necessita particolari qualità di bravura basta mettere la racchetta con un po di inclinazione ed ecco la una bella palla fastidiosa senza peso in mezzo al campo
mentre per un gioco piu potente il tasso di errori è piu alto tanto piu si è carenti di allenamento e di manualità.

di fontemarana (Mercoledì, 2 Aprile 2014 09:48)

68

  C'è una regola che obbliga gli atleti ad impegnarsi al massimo delle proprie capacità, ma per i GA che la devono applicare, non è facile sanzionare tale infrazione.
Bisognerebbe interpellare qualche Ufficiale di Gara, per maggiori delucidazioni.

Buon Tennis a TUTTI.

di break-point (Mercoledì, 2 Aprile 2014 08:52)

67

  argomento già affrontato, forse anche troppe volte. Non esiste regola che dica che alzare la palla soprattutto quando si è in anticipo sia un comportamento sleale o scorretto ma se un giocatore si sente realizzato nel suo gioco in questa maniera nessuno mi vieta di pensare o dirgli che rimarrà, per me, sempre un giocatore scarso. Buon tennis a tutti

di ghig66 (Martedì, 1 Aprile 2014 22:22)

66

  A tal proposito mi sembra illuminante quanto è scritto nel libro "Dal bambino al campione di se stesso" a proposito dei miodi in cui termina il punto

di tennissi (Martedì, 1 Aprile 2014 20:45)

65

  Una teoria dice di buttare la palla al di là della rete una volta in più del tuo avversario di turno, il modo in cui lo fai non conta. Sai di chi è questa teoria???? Borg, forse lo conosci e forse qualche partita l'ha vinta!!!! Se vuoi un consiglio i punti belli lasciali al tuo avversario. A proposito hai vinto o perso la semifinale????

di Kakà nun te ne andà!!!! (Martedì, 1 Aprile 2014 18:09)

64

  Il pallettaro non è tennis...ma se io gioco contro Nadal e tiro solo pallonetti perdo 60 60 lo stesso...insomma...se sei più forte del pallettaro, sei tu che devi fare i buchi per terra...altrimenti significa che tu non sei abbastanza competitivo...anche io mi annoio e impreco quando gioco contro questa gente, ma alla fine ho capito che la verità è questa: se tu (a differenza loro) sai giocare a tennis, a questi soggetti la palla non dovresti neanche fargliela vedere...

di Umberto Navone (Martedì, 1 Aprile 2014 17:41)

63

  Semplice scelta di gioco come può essere il catenaccio nel calcio...prendo il mio esempio...molto bravo tatticamente, preparatissimo a livello atletico e con grandissima tenuta mentale ho buoni fondamentali ma pecco in potenza e nel gioco di rete....perciò quando entro in campo l'obiettivo è mettere più palle di là e sperare nell'errore dell'avversario...nel caso l'avversario sia poco falloso si "palletta" sempre ma quando l'avversario accorcia si comincia a spingere 2/3 colpi a tutto braccio con buon timing (per controbilanciare la scarsa potenza) restando comunque a fondo e se l'avversario si difende si ricomincia...scatta nella testa la VOGLIA DI VINCERE fregandosene del bel gioco

di Tommaso Sarcina (Martedì, 1 Aprile 2014 17:26)

62

  una regola morale nella vita è saper perdere...

di regole (Martedì, 1 Aprile 2014 16:53)

61

  come fai a parlare di regole morali nella vita, se uno gioca a tennis alzando la palla?
se vuoi divertirti senza problemi, gioca nel tuo circolo con i tuoi amici.
quando giochi in torneo non esistono regole tattiche, si gioca per vincere e ognuno utilizza il potenziale che ha, sfruttando i limitI dell'avversario.

di chichi0407 (Martedì, 1 Aprile 2014 14:59)

60

  come fai a parlare di regole morali nella vita, se uno gioca a tennis alzando la palla?
se vuoi divertirti senza problemi, gioca nel tuo circolo con i tuoi amici.
quando giochi in torneo non esistono regole tattiche, si gioca per vincere e ognuno utilizza il potenziale che ha, sfruttando i limite dell'avversario.

di chichi0407 (Martedì, 1 Aprile 2014 14:57)

59

  Il fair play é stringere la mano a un giocatore del genere se ti batte...la moralità è anche accettare che ognuno giochi e vinca nel modo che vuole rispettando le regole e non l'idea del tennis. Siamo tutti d'accordo che il gioco teso e offensivo è più bello da vedere e da giocare, se vogliamo eliminare i palettari battiamoli!

di Sssupertennis (Martedì, 1 Aprile 2014 14:42)

58

  magari, semplicemente, il tuo avversario si è reso conto che era un tipo di gioco che ti dava fastidio ...... ho visto un 4.3 di 35 anni perdere contro un nc di circa 60 anni, proprio perchè è uscito di "senno".

di Maurizio (Martedì, 1 Aprile 2014 14:33)

57

  ciao Fabio,
la lealtà non c'entra nulla con il fatto di essere palletari o meno, vi sono persone che "pallettano" perchè hanno magari iniziato questo sport tardi e non hanno le capacità tecniche che può avere chi inizia da ragazzino; vi sono sono altri che "pallettano" perchè magari pensano sia il modo più giusto per portare a casa una partita (ancor più se trattasi di torneo);
chi non vuole vincere più partite possibili???
alla fine questo sport finisce quando dai la mano all'avversario!!!!
Soprattutto a livelli più bassi (immagino Tu sia un IV^ categoria) dove tutti sono agguerriti è naturale che si possano trovare giocatori di tutti i tipi, sia chi sa solo pallattare, sia chi lo fa perchè la partita si mette male e la usa come tattica per cercare di destabilizzare l'avversario......purtroppo o per fortuna questo è il bello del tennis, riuscire a vincere partite "snervanti", rendendoti conto di aver giocato malissimo, ma hai portato a casa una partita grazie alla tua voglia distare in campo e soffrire su ogni pallina!!!!!!!
ciao Francesco

di francesco (Martedì, 1 Aprile 2014 12:25)

56

  Ed aggiungo...per quanto riguarda il fair play. La lealtà non è tirare colpi belli tesi e sempre vincenti, la lealtà è giudicare la pallina correttamente e non cercare ad ogni occasione di rubare un punto al proprio avversario. Il campo da tennis è un po' lo specchio della vita, ed un disonesto sarà tale anche nella vita privata. Ed è brutto constatare che nello sport competitivo in genere, ed il tennis non fà purtroppo eccezione, più il livello è basso e più si trovano questi agonisti farlocchi.
Buon tennis ed impara bene a smashare :-) vedrai che dopo 3 pallonetti a cui rispondi tirando una piastrella in mezzo al campo l'altro magari ci pensa su 2 volte a fartene un 4

di sempre_bradgilbert (Martedì, 1 Aprile 2014 11:56)

55

  Certamente il tennis, quello vero, è diverso ma non dimenticare che la bravura di un giocatore sta anche nell'adattarsi a situazioni particolari quale quella da te indicata cercando di dare una svolta tattica alla partita magari cambiando il tipo di gioco, facendolo scendere a rete ecc. Altro discorso è invece se questi giocatori si divertono ad impostare tutta una partita in questo modo......

di peopeo (Martedì, 1 Aprile 2014 11:45)

54

  Durante una competizione, nella quale ciascun giocatore vorrebbe vincere, ognuno può usare la tattica che vuole, anche quella del pallettaro se ritenuta proficua ai fini del risultato. Anche a me, probabilmente, l'atteggiamento del tuo avversario avrebbe dato fastidio, ma avrei cercato comunque una soluzione tattica in campo, magari contrastandolo utilizzando smash, voleèè, schiaffi al volo, palle corte o altre soluzioni. Presumo che il tuo avversario abbia utilizzato questa tattica da pallettaro (che comunque non viola alcuna regola di gioco), in quanto probabilmente ha individuato qualche tua difficoltà nel gioco di volo o negli smash. La motivazione di tale atteggiamento è quella di voler vincere, di andare avanti nel torneo, utilzzando tutte le risorse tecniche e strategiche a propria disposzione, sempre che siano lecite, poi per quanto riguarda il bel gico allora forse è meglio giocare solo delle partite amichevoli, senza la tensione del risultato. Comunque, a mio parere, l'atteggiamento del tuo avversario non viola alcuna regola, è invece contro qualsiasi regola etica e morale chiamare le palle fuori quando sono nettamente in campo, irretire, provocare e/o offendere l'avversario, barare sul punteggio, non accettare la sconfitta sul campo, etc.... Questi atteggiamenti sì che sono da censurare.

di Robertot (Martedì, 1 Aprile 2014 11:40)

53

  Durante una competizione, nella quale ciascun giocatore vorrebbe vincere, ognuno può usare la tattica che vuole, anche quella del pallettaro se ritenuta proficua ai fini del risultato. Anche a me, probabilmente, l'atteggiamento del tuo avversario avrebbe dato fastidio, ma avrei cercato comunque una soluzione tattica in campo, magari contrastandolo utilizzando smash, voleèè, schiaffi al volo, palle corte o altre soluzioni. Presumo che il tuo avversario abbia utilizzato questa tattica da pallettaro (che comunque non viola alcuna regola di gioco), in quanto probabilmente ha individuato qualche tua difficoltà nel gioco di volo o negli smash. La motivazione di tale atteggiamento è quella di voler vincere, di andare avanti nel torneo, utilzzando tutte le risorse tecniche e strategiche a propria disposzione, sempre che siano lecite, poi per quanto riguarda il bel gico allora forse è meglio giocare solo delle partite amichevoli, senza la tensione del risultato. Comunque, a mio parere, l'atteggiamento del tuo avversario non viola alcuna regola, è invece contro qualsiasi regola etica e morale chiamare le palle fuori quando sono nettamente in campo, irretire, provocare e/o offendere l'avversario, barare sul punteggio, non accettare la sconfitta sul campo, etc....

di Robertot (Martedì, 1 Aprile 2014 11:38)

52

  hai perso o hai vinto? Scusa, ma la domanda è d'obbligo. Sei hai perso sicuramente ne valsa la pena. Un pallettaro che affronta un avversario con tecnica ha il destino segnato. Si può cadere nella trappola di innervosirsi e qui il pallettaro trova terreno fertile.

di puntograph (Martedì, 1 Aprile 2014 11:37)

51

  La motivazione è che in torneo non importa come giochi, l'importante è vincere, come non importa. Ovviamente sempre rispettando le regole e l'avversario.

di Nunzio Lo porto (Martedì, 1 Aprile 2014 10:40)

50

  Se non sai fare lo smash l'avversario ti alza i pallonetti, se non sai giocare la palla bassa l'avversario ti gioca il back, se non sai giocare la volée l'avversario ti fà la palla corta e ti chiama a rete, se non sai fare il passante l'avversario fà serve& volley, se non sai correre in laterale l'avversario ti gioca gli strettini...Si chiama giocare a tennis, forse non ti hanno spiegato che si gioca per vincere e nel rispetto delle regole tutto è lecito.
Ognuno gioca come gli pare e se se sei più bravo vinci. Quindi se io sono lento dovrei dire all'avversario di tirare più piano o vicino a me? La regola di fair play che esiste invece è che quando perdi stringi la mano all'avversario e gli dici bravo in qualunque maniera ha giocato e non ti lamenti di presunto fair play.
Poi il giorno dopo vai al Circolo e chiedi al tuo Maestro di fare per un mese 15 minuti di smash al giorno!!!

di Miki Campania (Martedì, 1 Aprile 2014 01:23)

49

  Il fine giustifica i mezzi! :)

di Roberto Franchin (Martedì, 1 Aprile 2014 01:11)

48

  Io mi sono trovato contro un personaggio di questo genere e dopo avere perso il primo set 6/1, ho vinto il secondo 6/0 e poi sul 3/0 per me al terzo si e' ritirato....bisogna trovare il modo di batterli lo stesso, se no vuole dire che sono piu' forti... E' solo un problema di tattica. Anche Federer vince perche' sbaglia meno degli altri, anche se con un tennis decisamente piu' aggressivo

di piofra (Martedì, 1 Aprile 2014 00:28)

47

  Se non riesci a vincere contro questi pallettari allora sei veramente scarso... un post così non meriterebbe nemmeno risposta, ma te la scrivo comunque solo per dirti che il regolamento non lo vieta, perciò sta a te dimostrarti superiore. Se non ti riesce, allora lui è migliore di te, cosa purtroppo veramente triste.
Spero di incontrarti in molti tornei Sig. Fabio Gullà, chissà quanti punti FIT hai regalati con le tue sconfitte ai tuoi avversari!!!

di pallonetto (Lunedì, 31 Marzo 2014 23:49)

46

  capisco che a voi incapaci di mettere 5 palle di fila dentro le righe e oltre la rete possa dar fastidio che uno non sbaglia, perchè puntualmente tornate a casa sconfitti... effettivamente sarebbe un gesto di grande fair play e moralmente corretto per il vostro avversario tirare fuori il prima possibile, in modo da farvi tornare a casa contenti

di se non siete in grado di chiudere un punto non prendetevela con l'avversario (Lunedì, 31 Marzo 2014 23:37)

45

  Ciao. Oggi non ho giocato la semifinale di Tornei FIT a Torino .... anzi credo di non aver mai giocato una semifinale.
Ognuno è libero di giocare come vuole.
Ma la domanda è : è giusto secondo voi ,un giocatore di tennis a tirare la pallina a 200 km/h bassa che sfiora la rete , che lascia solchi sul campo e che se ti prende ti stende ?
Che senso ha ?
Cioè gente anche brava atleticamente e anche tecnicamente , una palla semplice sul colpo migliore il dritto SPARARE sempre una cannonata che sfiora la rete e magari le righe .
Per favore NON commentate questo post.
Aiutatemi a capire cosa scatta nella testa di alcuni giocatori che scrivono certi post.
Far play , moralità, regole ..... ma mi faccia il piacere !

di dario61 (Lunedì, 31 Marzo 2014 23:01)

44

  Evidentemente non ti hanno insegnato a fare lo smash. Se la palla il pallettaro l'ha tirata alta fino al telone, potresti benissimo posizionarti bene e fare un smash a rimbalzo ad un angolo, e poi giocare all'altro angolo il colpo successivo e chiudere con facilita' il punto.

di gianni (Lunedì, 31 Marzo 2014 22:28)

43

  Purtroppo ce ne sono tanti: se per loro quello è tennis e si divertono, tu bastonali...

di Michele Forni (Lunedì, 31 Marzo 2014 21:53)

42

  Semplicemente nn ce un modo di gioco che a tutti piace. A me piace attaccare ma molti sn pallettari....e perche dovrebbero mettere una regola...pensaci nn avrebbbe senso! É come se ti togliessero la libertà di gioco! Cmq per tua informazine sono 2.8e di oallettari ci sono anche nei 2.4 ecc....quindi nn vul dire nnt essere pallettaro

di papo (Lunedì, 31 Marzo 2014 20:12)

41

  Allora, secondo me ognuno gioca nel modo in cui e' piu' capace ,cio non significa che bisogna tirare solamente campanili perche' poi va di mezzo anche l'aspetto estetico, emotivo e spettacolare che il tennis da'. Vi dico che io che sono una giocatrice essenzialmente di potenza chiuderei anche alla seconda palla ma non solo io, basta guardare gli incontri femminili e maschili su Super Tennis e vedere a che velocita' i giocatori tirano le proprie sassate.E magari nella testa di questi giocatori c'e' un po' di insicurezza personale oppure semplicemente paura di perdere che e' normale perche' anch'io ho questa problematica. L' esagerazione non piace mai ,quindi qualche volta e' bello chiudere il punto e prendere noi l'iniziativa, ci da' anche piu' soddisfazione e sicurezza di noi stessi.

di vale (Lunedì, 31 Marzo 2014 20:04)

40

  Ciao, proviamo ha dare una risposta costruttiva alla tua domanda! se osserviamo il tennis di alto livello ci accorgiamo che il gioco del "pallettaro" con la P maiuscola non paga ,quindi dove sta il problema? analizzando quel tipo di giocatori la prima domanda che ci dobbiamo fare è cosa cerca? è di farti giocare male!!!....allora secondo me tu hai due possibilità. la prima è quella di attaccare in controtempo con smash o volee alte e di salire su i rimbalzi e colpire in salita non in discesa(difficilissimo).la seconda è di portarlo fuori posizione(dove ha lui non piace)giocando corto e angolato e di cercare di tenere la palla bassa(più facile). se riuscirai in una di queste due cose saranno loro ad aver il problema e non tu.

di ies (Lunedì, 31 Marzo 2014 19:31)

39

  Caro Fabio, il tuo post non merita nessun commento, non esiste nessuna regola di tennis che dice di tirare forte e basso ma dice di buttare la pallina dall'altra parte del campo. La storiella del pallettaro per giustificare una sconfitta " perché sono sicuro che tu la semifinale che hai giocato l'hai persa vero ? " è vecchia come il mondo.
Infine non capisco cosa centra la lealtà, il fair play e le regole morali della vita con il fatto che un giocatore tira alto e molle, a mio parere sei tu a non essere sportivo e non ammetti la superiorità dell'avversario. Ricordati che chi vince ha sempre ragione, ma puoi sempre provare a cambiare sport se i pallettari non sono di tuo gradimento perché ne troverai tanti.

di LUPO SOLITARIO (Lunedì, 31 Marzo 2014 18:48)

38

  Le possibilità sono due: o questo è un post ironico che fa il verso a quello del padre di qualche tempo fa...oppure è semplicemente imbarazzante...in tal caso, io mi vergognerei di fare certe affermazioni

di ca (Lunedì, 31 Marzo 2014 18:45)

37

  L'anno passato ad una semifinale u14 del torneo Kinder, il mio avversario 4,4 ha "pallettato" appena ha cominciato a perdere. Il primo set l'avevo vinto facilmente i successivi li ho persi perchè non riuscivo a giocare...... Non vi dico che rabbia!!!
Mi domando se a 13 anni si possa giocare così. Cosa farà quando ne avrà 40?
Questo non è tennis.

di Umberto Pizzorni (Lunedì, 31 Marzo 2014 18:26)

36

  Dunque... chiariamo cos'è la slealtà: essere sleali significa, secondo me, rubare i punti chiamando volutamente out palle che sono dentro oppure assumere comportamenti apertamente provocatori nei confronti dell'avversario. Se l'avversario si limita ad alzare lob senza però atteggiamenti penosi secondo me è difficile vedere mancanza di lealtà e fair play in questo.

Detto ciò, ognuno gioca come può e con i mezzi che ha.
Il problema forse non è cosa scatta nella testa di queste persone che giocano così, ma cosa invece accade ai loro avversari.
Per capirci meglio: contro i pallettari che dici tu è difficile giocare bene, se poi si è persone sensibili al giudizio degli altri la frittata è fatta, soprattutto se il match è giocato davanti a degli spettatori da cui ci si sente giudicati.
Questi match vanno vinti con la testa prima di tutto e poi con i colpi.
Per dirtene qualcuna: uno che tira piano in teoria ci permette di arrivare sempre bene sulla palla e di poter impostare bene colpi e traiettorie, proprio perché ha un gioco prevedibile.
Se poi capita di fare qualche errore in più rispetto al solito (anche grossolano) nulla per cui prendersela perché un pallettaro ci fa giocare molti più colpi rispetto ad un altro giocatore e ci si stanca di più, quindi è normale.
Ricordati sempre che siamo poco più che giocatori dilettanti.
Piuttosto che pensare a "Cosa diranno gli altri se mi vedono giocare così male?", metabolizzare subito l'errore e pensare al punto successivo.

di Marco (Lunedì, 31 Marzo 2014 18:10)

35

  Capisco il tuo punto di vista, è una storia vecchia come il tennis.... ognuno può giocare come vuole e come può. L'unica cosa che ho capito con certezza è che l'unico modo per eliminare il pallettaro non è innervosirsi ma semplicemente batterlo... buon gioco a tutti, pallettari compresi.

di Giovanni Amati (Lunedì, 31 Marzo 2014 17:28)

34

  Ciao Fabio,
la risposta te la sei data da solo nella seconda riga che hai scritto.... sicuramente giocare con un giocatore che tira la pallina che ogni volta sfiora il pallone è snervante, ma se si tratta di un torneo lui è li per vincere (come ci sei tu!), non per farti tirare i colpi.... se ti accorgessi che il tuo avversario soffre le palle corte cosa fai non le giochi ....... sarebbe una tattica sbagliata (secondo me).... quanto sopra per dirti che sei tu, nel tuo gioco a dover trovare una contromossa ai pallonetti che ti porti a vincere o che porti l'avversario a cambiare tattica.... perchè quella dei pallonetti non paga...

di Faba (Lunedì, 31 Marzo 2014 17:04)

33

  Ammetto che non avrei nè la pazienza nè la voglia di giocare in quel modo, ma chi sceglie di giocare così non infrange nessuna regola, gioca la sua partita con le armi che ritiene più opportune e non credo ci sia nulla di male soprattutto se questo gioco gli rende risultati. La motivazione è solo il voler vincere, se il mio avversario porta i colpi meglio di me ma si dimostra falloso, gli do una palla senza peso e lo porto all'errore, non c'è slealtà.
Per me fair-Play e moralità di vita non c'entrano nulla con lo stile di gioco ma solo con come uno si comporta; è deplorevole chi chiama out palle buone o chi tira a innervosire l'avversario con atteggiamanti sopra le righe.
L'altro giorno in serie C ho visto un seconda che, in svantaggio un set e 0-3 al secondo, ha iniziato a giocare come dici tu, l'avversario lì per lì si è distratto e ha perso due game, poi ha trovato le contromisure, gli è montato sopra e ha chiuso la pratica. Se uno è più forte trova il modo di vincere anche contro un gioco con cui si trova male.

di OneHand (Lunedì, 31 Marzo 2014 16:26)

32

  Ammetto che non avrei nè la pazienza nè la voglia di giocare in quel modo, ma chi sceglie di giocare così non infrange nessuna regola, gioca la sua partita con le armi che ritiene più opportune e non credo ci sia nulla di male soprattutto se questo gioco gli rende risultati. La motivazione è solo il voler vincere, se il mio avversario porta i colpi meglio di me ma si dimostra falloso, gli do una palla senza peso e lo porto all'errore, non c'è slealtà.
Per me fair-Play e moralità di vita non c'entrano nulla con lo stile di gioco ma solo con come uno si comporta; è deplorevole chi chiama out palle buone o chi tira a innervosire l'avversario con atteggiamanti sopra le righe.
L'altro giorno in serie C ho visto un seconda che, in svantaggio un set e 0-3 al secondo, ha iniziato a giocare come dici tu, l'avversario lì per lì si è distratto e ha perso due game, poi ha trovato le contromisure, gli è montato sopra e ha chiuso la pratica. Se uno è più forte trova il modo di vincere anche contro un gioco con cui si trova male.

di OneHand (Lunedì, 31 Marzo 2014 16:26)

31

  Salve Fabio,
il mio personalissimo parere è che chi perde ha sempre torto. Evidentemente non sei riuscito a trovare una soluzione tecnica per battere l'avversario. Poi sul fatto che non sia piacevole giocare con "uno" così sono perfettamente d'accordo, che non mi piaccia giocare così sono altrettanto d'accordo.
Saluti e buon tennis.
Franco

di Franco Giustino (Lunedì, 31 Marzo 2014 15:48)

30

  caro Fabio, la penso come te, anche se naturalmente non esistono regole che impediscano di giocare a pallettaro!! Dico solamente che questi giocatori si dovrebbero vergognare di presentarsi a giocare tornei fit....evidentemente non hanno il minimo orgoglio e dignità per potersi chiamare veramente giocatori !!
Io mi vergognerei, nei confronti dell'avversario e del pubblico, di uscire dal campo vittorioso dopo due ore passate ad alzare campanili,mentre questi giocatori venderebbero l'anima pur di fare risultato.
Sicuramente riceveremo commenti in cui ci accuseranno di non essere bravi giocatori, da non riuscire a sconfiggere questi pallettari !!!
Facciamocene una ragione !!

di maxim (Lunedì, 31 Marzo 2014 15:35)

29

  Beh, addirittura tirare fuori la morale mi sembra un po' esagerato... i pallettari ci sono e esisteranno sempre e credo che ci si debba anche essere portati ad esserlo. Io ad esempio, non ci riesco... infatti perdo spesso perchè mi piace tirare e non aspettare che il mio avversario ceda per sfinimento. la motivazione che scatta secondo me nella loro testa è che sono insicuri nei colpi o non sono proprio capaci di tirare colpi con una certa potenza per cui si rifugiano in quel povero gioco sfortunato. Il problema pero' non è loro ma è nostro che abbiamo la disgrazia di affrontarli. Occorre scendere a rete oppure farli spostare di continuo. Ma è chiaro che non si puo' scendere a rete sempre, quindi direi di applicare entrambe le strategie, rete e spostamenti. In bocca al lupo!

di un povero 4.5 (Lunedì, 31 Marzo 2014 15:22)

28

  Ognuno gioca come vuole!Nn c'e scritto da nessuna parte che uno deve tirare forte, e se palletta nn va bene!

di Tosato marco (Lunedì, 31 Marzo 2014 14:52)

27

  Caro Fabio, la lealtà non c'entra nulla col modo di giocare. Esistono pallettari correttissimi e "giocatori splendidi" che rubano sistematicamente col sorriso sulle labbra! se il pallettaro gioca così non credi che lo faccia perché è l'unico modo che ha di non perdere? o quando paghi 23 euro lo fai perché hai voglia di andare a fare la doccia dopo 30 minuti? io personalmente se perdo i miei avversari se la devono sudare fino alla fine, se sono più bravi vincono. se invece perdi con un pallettaro vuol dire che sei più scarso di lui.

di Cristian Iodice (Lunedì, 31 Marzo 2014 14:34)

26

  Caro Fabio,
personalmente non prediligo neanche io quel genere di gioco, ma tant'è....se lo scopo è tirare la pallina oltre la rete una volta in più dell'avversario ci sta, e se aggiungiamo un livello medio-basso, purtroppo come ti è capitato, capiterà ancora. Le soluzioni sono 2: o sali di categoria oppure ti metti il cuore in pace e trova le contromisure per questo tipo di giocatori. Parecchi anni fà, insieme ad un amico maestro, assistemmo ad un incontro di quel tipo. Dopo diversi games persi, il non pallettaro, sbottò dicendo: "ma perchè non giochi da uomo ?". L'altro rise (e noi con lui), continuò con la sua stucchevole tattica e portò ovviamente la partita a casa. E con questo penso di aver risposto alla tua domanda "qual è la motivazione", è vincere la partita, magari con l'unica arma a loro disposizione...pallettare....se sei più bravo devi trovare gli accorgimenti tecnico-tattici per renderli inoffensivi...altrimenti...
Buon tennis.

di il_bradgilbert_deipoveri (Lunedì, 31 Marzo 2014 14:14)

25

  Caro Fabio premesso che quando giocavo servivo e scendevo e sono stato un discreto seconda, se mi permetti, non capisco il motivo del tuo intervento.
Perchè dovrebbe essere sleale uno che gioca solo pallonetti?
L'obiettivo è di mettere in difficoltà l'avversario e mi sembra ci siano riusciti perfettamente.
Non capisco poi le regole morali cosa abbiano a che spartire con dei giocatori di tennis che hanno fatto la loro scelta tattica.
Esiste una regola che determini il numero massimo di scambi, l'altezza della palla piuttosto che il tipo di gioco? A me non risulta.
Se non sei in grado di affrontare simili giocatori il problema non è morale (loro) ma tecnico (tuo).


di boh (Lunedì, 31 Marzo 2014 14:07)

24

  ..IL PALLETTARO AMMAZZA IL TENNIS...ma poverino non sa giocare e come fa a vincere????

.....SAN ROGER AIUTACI TU.......

di FEDE ONE (Lunedì, 31 Marzo 2014 13:27)

23

  Questi post mi fanno sempre molto ridere,di solito li scrive chi perde sempre dai classici rematori (faccio parte della categoria e me ne vanto)... La verità è che se non si ha la testa,le gambe,la grinta per stare in campo ore con questi giocatori è giusto che perdiate e andiate a casa! Come si fa a dire "ESISTE UNA REGOLA DI LEALTA' FAIR PLAY ? " !!! Ognuno gioca come può sempre e comunque SPORTIVAMENTE che vuol dire non rubare punti etc etc... Secondo il tuo ragionamento quindi è antisportivo anche chi tira servizio-dritto ai 200 perchè non arrivi sulla palla? o chi fa le smorzate perchè uno si muove male in avanti? meno lagne e scuse e più grinta please!!!

di Lorenzo Amaduzzi (Lunedì, 31 Marzo 2014 13:17)

22

  Purtroppo esistono pure quei giocatori.... Ed è pure difficile batterli....

di 23011974 (Lunedì, 31 Marzo 2014 13:16)

21

  Le motivazioni possono essere tante. Ma partiamo da un presupposto: con il discorso che fai le regole morali non centrano niente. Le regole morali entrano in gioco nel momento in cui si effettuano scorrettezze atte ad imbrogliare e mettere in difficoltà gli avversari senza utilizzare la racchetta. Quando colpisci la palla con la racchetta puoi farne quello che vuoi, qualsiasi cosa, sta all'avversario saper gestire e prendere le contromisure adatte.

I pallettari giocano così per vincere (sapendo che tante persone non sanno prendere le contromisure adatte), perchè si divertono (si, è possibile anche questo), perchè non sanno fare altro (tutti noi abbiamo dei limiti).

Può sembrare un gioco senza senso, ma non dimentichiamo che è un gioco difficile (soprattutto se giocato con intelligenza), ci vuole concentrazione, misura delle distanze sia in altezza che in lunghezza.

Generalmente per battere certi giocatori è sufficiente cercare la rete: gli tiri una palla di là, vai avanti, ti fermi a metà tra la rete e la riga del servizio e aspetti il pallonetto da smashare.
A questo punto i casi sono diversi:
1) ti passa regolarmente (non è solo un pallettaro, bravo lui)
2) ti fa sempre pallonetti millimetrici che non si riescono a smashare (complimenti per la precisione, bravo lui)
3) sbagli quasi tutti gli smash o non li chiudi (facciamoci delle domande, colpa tua)

A tennis chi vince (senza rubare o imbrogliare) ha sempre ragione ed è più forte. Sta a noi saper reagire e controbattere nel modo giusto a qualsiasi tipo di gioco il nostro avversario ricorra, se non lo sappiamo fare e subiamo è COLPA NOSTRA perchè non siamo abbastanza bravi.

Piccola postilla personale: io ho sempre odiato i pallettari e ci ho sempre perso. E anche io la pensavo più o meno come te (non ero così radicale), finchè ho dato la colpa a loro e al loro modo di giocare ci ho sempre perso anche sulle superfici più veloci. Nel momento in cui smettiamo di dare la colpa agli altri e ci rendiamo conto che se perdiamo è per una nostra mancanza guadagnamo uno stimolo incredibile per migliorare.
Non cercare di capire cosa muove i "pallettari", cerca di capire cosa puoi fare TU e come TU puoi migliorare per batterli.

di Mikke (Lunedì, 31 Marzo 2014 12:23)

20

  Una volta mi hanno detto. Come fai a perdere dai pallettari. Tu hai tutto , bello anche vederti , ricco il tuo tennis.Così per anni. Poi ho capito che dovevo dare di più.Il pallettaro non è molto dotato tecnicamente però è assolutamente tenace , non ha molto come bagaglio tecnico , se non , alzare , non sbagliare e correre, correre sempre. Magari tenti di fare come lui , ma è estremamente difficile. Ma perchè è così difficile? Te lo sei mai chiesto? Perchè il pallettaro ha una concentrazione fuori dal comune lui pensa a non sbagliare ed è convinto che prima o poi sbagli tu. Io mi sono messo in gioco , ho provato a pallettare contro un pallettaro . Sono riuscito a renderlo isterico e vincere 6/0 6/0.Perchè mi sono posto questa domanda. Perchè perdi con uno che non sa buttare di qua neanche la palla? ( apparentemente) e io che posso fare quello che voglio con la racchetta perdo e patisco? Cosa mi manca? Mi manca essere pallettaro! Allora mi sono detto , proverò in allenamento a non sbagliare mai ed a prendere pochissimi , se non niente, rischi. E così è stato. Mi sono aggiunto una tecnica in più , quella del pallettaro. Adesso sono veramente completo. Con il tipo sopra, quello del 6/0 6/0 , oltretutto inflittogli durante un torneo sociale ( quei tornei in cui trovi tensioni più che una finale di C, perchè se perdi con certe persone , eviti di frequentare il Circolo per giorni...ma prima o poi il culo te lo fanno e ti dura tutta la vita, non solo in quel periodo) L'ho incontrato ancora l'anno dopo , questo tennista, amico fra l'altro ;vinsi 6/3 6/4 , ma sai come vinsi? Giocando il mio gioco!!!Bello e brillante ( vinsi anche il torneo)! E adesso stupisciti , se credi , avevo battuto la mia paura , il mio blocco. Ho fatto fatica, anche parecchia, non mi sono divertito affatto in certi periodi , ho trovato anche un eccellente coach, mi ha fatto capire tutto ciò.Prova anche tu: Aggiungo una frase sentita in tanti Circoli, IL TENNIS E' SOFFERENZA A VOLTE. Ma vuoi mettere la gioia quando ottieni quello che vuoi?
Un saluto
765A4

di Enzo Beretta (Lunedì, 31 Marzo 2014 12:11)

19

  Non c'è nessuna regola che vieti di giocare in quel modo.
Personalmente mi fanno incazzare perchè non è un gioco che concepisco, tuttavia sono consapevole che vince il più forte e non chi gioca meglio.
In torneo se voglio passare il turno devo essere più forte della noia che mi attanaglia nel giocare simili partite. E' un demone che va sconfitto.
Se non si è disposti a questo inutile iscriversi alle competizioni.
Facile a dirsi ma non a farsi. Però è così. Prendere o lasciare. Buon tennis e pazienza infinita!!!

di dielleci (Lunedì, 31 Marzo 2014 12:05)

18

  Ciao Fabio,
io sono un modesto 4.3 e mi diverto a giocare tornei. L'argomento che tu proponi è interessante ma non ha risposta semplice, almeno secondo me.
Premessa: a me piacerebbe giocare serve&volley come Edberg, ma purtroppo spesso mi trovo di fronte giocatori della mia classifica (o più alta) che se così facessi mi farebbero allo spiedo come un girarrosto 8 punti su 10.
Ciò detto, quando non mi sento sicuro non esito ad alzare la traiettoria della palla per aumentare le mie possibilità di centrare il campo. Quando posso, cerco di spingere ed attaccare.
Questo è il MIO modo di giocare compatibile alle mie possibilità attuali, con l'allenamento potrò attaccare di più e difendere di meno.
Il punto è che il mio avversario è libero di giocare come vuole tirando alto quanto gli pare, basta che rispetti il regolamento. Sta a me smashare tutti i suoi pallonetti e vincere la partita, meritando di giocare contro un giocatore di livello più elevato.
Non te la prendere, anzi giocare contro avversari di quel tipo ti porta inevitabilmente a migliorare, anche se ci perdi. Basta che ti impegni al massimo.
Ciao
C A

di C A (Lunedì, 31 Marzo 2014 11:47)

17

  Sono assolutamente d'accordo.
Purtroppo non c'è niente da fare: anche se ci fosse una regola morale non sarebbe vincolante e giocatori cosi' se ne troverebbero comunque.
L'unica è armarsi di infinita pazienza ed aspettare il momento buono per attaccare, possibilmente cercando di non suicidarsi per la noia nel frattempo.

di MG (Lunedì, 31 Marzo 2014 11:20)

16

  caro Fabio secondo me pallettare non e' mancanza di lealtà,semplicemente uno non si sente di giocare diversamente se ,come dici tu,ne avrebbe le capacità tecniche e atletiche.Se faccio i tornei devo accettare tutto tranne la scorrettezza.Buon divertimento.

di angelann (Lunedì, 31 Marzo 2014 11:09)

15

  Ognuno è libero di giocare seguendo la strategia migliore.
Alzare sistematicamente il pallonetto o insistere nelle smorzate non significa mancare di rispetto all'avversario.
Ti posso assicurare che il giocatore che tira tutti pallonetti è assolutamente battibile da un avversario fisicamente, tecnicamente, tatticamente e mentalmente più forte.
Non arrenderti !

di Paky (Lunedì, 31 Marzo 2014 10:46)

14

  provocazione: per me ci vorrebbero centinaia di osservatori della FIT itineranti che escludano TUTTI questi giocatori da qualsiasi torneo e campionato FIT, questo tipo di gioco NON è tennis, solo un arrancamento per vincere, come fa uno a divertirsi giocando da pallettaro? La verità è che a loro non interessa il tennis, farebbero la stessa cosa in qualunque altro sport, hanno problemi psicologici e vogliono solo vincere, anche simbolicamente, le frustrazioni e la bruttezza della propria vita, chi ama il tennis e la bellezza, ama Federer e il suo gioco, i pallettari e questa filosofia di sport andrebbero banditi dal tennis e da tutti gli sport.

di filippo (Lunedì, 31 Marzo 2014 10:36)

13

  Fabio purtroppo hai incontrato il peggio del tennis.
No ,anzi , secondo me questo col tennis non ha niente a che vedere.
cmq non disperare ..sono mosche bianche .. :-)

di mauri59 (Lunedì, 31 Marzo 2014 10:26)

12

  Sì, la regola morale è accettare la sconfitta.

di DoubleFault (Lunedì, 31 Marzo 2014 09:31)

11

  Purtroppo e' un modo di giocare anche questo, io personalmente li soffro tantissimo questo tipo di giocatori, non è il mio gioco, e finisco per sbagliare perchè poi mi stanco di guardare sempre il soffitto del pallone. ;-)

di Alessandro Domeniconi (Lunedì, 31 Marzo 2014 09:26)

10

  E' giusto tirare il servizio a 200 all'ora? E' giusto correre e prendere tutto?
Che domande sono? E' sbagliato rubare i punti, poi ognuno gioca come vuole. Personalmente sono molto in difficoltà quando gioco con un pallettaro, ma se sono piu' forte vinco. Oppure se non so fare le smorzate devo provarci perchè è "una regola morale"? Ho sempre saputo che se il mio avversario soffre le palle molli sul rovescio,dovrò provare a fargli giocare queste e lui proverà a trovare il mio lato debole. Ma quale morale? Ognuno gioca come vuole e sa.

di pr (Lunedì, 31 Marzo 2014 09:16)

9

  ognuno gioca come vuole..ecco perchè il nostro è lo sport più bello del mondo..l'unica regola morale nel tennis è accettare i pregi e i difetti del gioco altrui..forse mettendo questo post sei tu che pecchi di poco fair play..comunque se hai problemi fai un metro dentro al campo, schiaccia ogni pallonetto e FAI I BUCHI PER TERRA...
un saluto e....pensa a divertirti...

di Barazza (Lunedì, 31 Marzo 2014 09:12)

8

  il campo è uguale per tutti la palla è uguale per tutti e tutti possono usare la tattica che preferiscono. Parlare di Fair play mi sembra una cavolata assurda: che scorrettezze commette un "pallettaro"? Nessuna. Se a te non piace l'idea di incontrare un giocatore di quel tipo fai a meno di iscriverti a un torneo. Anche un nc quando va a fare una partita la fa provando a vincere, quindi se vede che facendo il pallettaro vince, e a lui va bene cosi', dove sta il problema?
io sono seconda categoria ma ho moltissimo rispetto per qualsiasi giocatore ma soprattutto per i pallettari che spesso stanno in campo ore a soffrire pur di portare a casa un match di un torneo di quarta.

di totom (Lunedì, 31 Marzo 2014 09:00)

7

  a me piace attaccare sempre ma ritengo ognuno sia libero di giocare come preferisce

di Marco giovanni Marino merlo (Lunedì, 31 Marzo 2014 08:50)

6

  non capisco... se gioco una semi, ho paura di un avversario che mi serve fortissimo in pancia oppure di uno che mi mette pressione fino dalla prima palla, ecc... non di certo di uno che rinuncia a giocare e si mette ad alzare pallonetti.

anch'io ogni tanto ci provo, e sai quando lo faccio? quando sono proprio alla frutta, quando non mi sono rimaste più carte da giocare per contrastare un avversario più forte di me. Funziona? No! ci guadagno un paio di punti approfittando della "novità" tattica, prolungo di qualche minuto la partita ma poi mi iniziano a randellare e finisce lì.

Morale della favola: un avversario come il tuo ti sta comunicando che TU sei più forte e non ha i mezzi per contrastarti. Qual'è il problema? approfittane e basta

di fra28 (Lunedì, 31 Marzo 2014 08:49)

5

  Se prendi le regole del tennis, o le regole del fair play o della vita, difficilmente troverai scritto " vietato tirare la palla alta sopra la rete perché al tuo avversario potrebbe dare fastidio " .
Ognuno utilizza le proprie armi come meglio crede e puo' , trovo meno elegante giustificare una probabile sconfitta ( non so se il tuo caso) incolpando l'avversario di un gioco non bello da vedere .
Riportato al tennis ad alti livelli , Nadal dovrebbe essere squalificato perché si permette di rimandare dall'altra parte della rete qualsiasi palla ci sia nella sua meta' campo senza lesinare palle alte che tanti problemi creano agli avversari ?
Sicuramente e' piu' bello il tennis pulito ed elegante alla Federer , ma non sempre il piu' efficace ( soprattutto se non sei Federer ) .
Per concludere , come ben avrai capito non sono d'accordo con la lamentela da te mossa , ognuno e' libero di interpretare il tennis che meglio credo , bello o brutto che sia .
un saluto
Giulio

di gomi75 (Lunedì, 31 Marzo 2014 08:39)

4

  Capisco la tua frustrazione, probabilmente hai perso l'incontro e non riesci a digerire il fatto di averlo perso con un avversario che giocava in questo modo... Tuttavia la risposta al tuo quesito secondo me è tutta qui: ha giocato così per vincere, ed ha vinto! Hai mai visto una finale di un grande slam giocata in questo modo? No, perché ad ogni palla alta seguirebbe uno smash o un colpo vincente da fondo campo. Io dico sempre: potrò considerarmi un buon giocatore di tennis solo quando vincerò contro i "pallettari"... Purtroppo ad oggi non posso ancora dirlo ;-)

di Nick (Lunedì, 31 Marzo 2014 01:51)

3

  Capisco la tua frustrazione, probabilmente hai perso l'incontro e non riesci a digerire il fatto di averlo perso con un avversario che giocava in questo modo... Tuttavia la risposta al tuo quesito secondo me è tutta qui: ha giocato così per vincere, ed ha vinto! Hai mai visto una finale di un grande slam giocata in questo modo? No, perché ad ogni palla alta seguirebbe uno smash o un colpo vincente da fondo campo. Io dico sempre: potrò considerarmi un buon giocatore di tennis solo quando vincerò contro i "pallettari"... Purtroppo ad oggi non posso ancora dirlo ;-)

di Nick (Lunedì, 31 Marzo 2014 01:51)

2

  Ciao, secondo me no, non e' tennis. Cosa scatta nella testa di questi giocatori ? Semplicemente la possibilita' di vincere " giocando " in quel modo.
Una curiosita', come e' finita la tua semifinale ?
Comunque questo argomento e' stato piu' volte dibattuto in questo blog, e spesso ho letto che ognuno deve giocare come vuole, sta a te, se sei superiore, riuscire a batterlo comunque.
Ho letto anche post in cui veniva scritto che per battere i cosiddetti pallettari ( appunto palle alzate a candela con la racchetta usata come una padella ), basta sapere smashare .
Io credo invece che se un giocatore di quarta categoria ( forse escluso qualche 4.1), fosse in grado di fare smash vincenti con continuita' dalla linea di fondo o quasi, non sarebbe un giocatore di quarta categoria ma almeno di terza alta.

di Fabrizio Zocco (Lunedì, 31 Marzo 2014 01:07)

1

  Giocare contro i pallettari non e' sicuramente divertente, ma non mi sembra corretto parlare di lealtá e regole morali come fai tu. I giocatori sleali sono quelli che chiamano fuori palle dentro e che rubano i punti (e soprattutto nelle categorie basse ce ne sono parecchi), non sicuramente quelli che alzano la palla.
Nel rispetto delle regole e dell'avversario ognuno puo' giocare come vuole e interpretare il tennis a modo suo.
Comunque i pallettari tipicamente di strada ne fanno poca... :)
Ciao e buon tennis!

di Fab (Lunedì, 31 Marzo 2014 00:32)

* inserisci il tuo commento
* nickname
e-mail
* codice di controllo (contro lo spam)
Inserisci il codice di controllo visualizzato sopra.
(caratteri sensibili alle maiuscole/minuscole)
CAPTCHA Image
* campi obbligatori
INVIA
ITF Pro Circuit
www.lexicon.it

Federazione Italiana Tennis - P. IVA 01379601006       Cookie Policy