Internazionali BNL d'italia
Istituto Superiore di Formazione “Roberto Lombardi”
Centri Federali Tennis
FIT Ranking Program
Beach Tennis
Paddle
Tennis in Carrozzina
Lab 3.11
Comitato Italiano Paralimpico
SeniorTennis
www.superabile.it
LOGIN
HAI DIMENTICATO LA PASSWORD?
... a proposito di tennis

 

RSS

La parola ai tesserati

Se sei un tesserato FIT puoi iscriverti al Blog e pubblicare un tuo post, se la tessera è di tipo atleta e ti iscrivi alla newsletter riceverai via e-mail la TUA classifica.

CERCA IN TRIBUNA APERTA

CERCA
 

ultimi posts

Domenica, 26 Giugno 2016 alle 13:47

PARTITA RINVIATA PER AVVERSARIO ASSENTE

di Federico Giacomelli
Buongiorno,
mentre ero in viaggio per accompagnare mio figlio (U12) a giocare una semifinale di torneo a 100 km. di distanza da casa, appena 45 minuti prima dell'inizio della stessa il circolo mi ha telefonato per rinviare la partita perché l'avversario era impegnato in altro torneo. Premetto che anche mio figlio qualche volta ha ricevuto tale favore, ma la nostra richiesta è sempre stata fatta con congruo anticipo. Pur essendo bene a conoscenza come genitore dell' impegno e della fatica per fare praticare ai nostri ragazzi questo sport a livello agonistico, tale comportamento mi sembra irrispettoso e anche sanzionabile. Gli articoli 30 e 39 del R.T.S. (vedi anche aggravanti per finali o semi e per partecipazione a più tornei in contemporanea) sono applicabili anche agli incontri Under? Forse avremmo fatto bene a raggiungere ugualmente il campo di gioco e chiedere la vittoria per assenza avversario, ma il Giudice arbitro avrebbe ugualmente facoltà di rimandare la partita?
Esistono regole (scritte) di priorità di alcune partite e/o tornei su altre/i ?
Vorrei cortesemente ricevere solo risposte di natura tecnica e giuridica, grazie a tutti
Furio
>
labels:

commenti

10

  IO CREDO CHE PER MOTIVI SERI IL G.A. POSSA SPOSTARE UNA PARTITA, NATURALMENTE TALI MOTIVI DEVONO TROVARE VALIDA CONFERMA. SE UN GIUDICE O UN DIRETTORE DI TORNEO SPOSTA UNA PARTITA PERCHE' QUELL'ALTRO HA UN TORNEO DIVERSO' INFORMIAMOCI DOVE, E POI FACCIAMO RECLAMO IN FEDERAZIONE SCRITTO, SICURAMENTE QUALCUNO NE SUBIRA' LE CONSEGUENZE. OGGI CI SI PUO ISCRIVERE A DUE TORNEI CONTEMPORANEAMENTE, MA POI CHI FA GLI ORARI NON E DETTO CHE DEVE SOTTOMETTERSI A L'ORARIO DELL'ALTRO CIRCOLO, DI CONSEGUENZA IL GIOCATORE IN QUESTIONE E' PASSIBILE DI MULTA E SQUALIFICA NEL MOMENTO DI ASSENZA INGIUSTIFICATA.

di Giovanni maria Pagliano (Lunedì, 12 Dicembre 2016 14:13)

9

  Trovo tutti i contributi molto interessanti, e penso di poter arrichire la discussione aggiungendo un'ulteriore dimensione, quella del giocatore. Devo purtroppo onestamente ammettere che la mia conoscenza delle regole (intesa come sistema di norme che i Giudici devono far rispettare, ma che anche io devo conoscere per ottenere quanto é mio diritto e non chiedere ciò che non lo é) quando ho iniziato a partecipare ai tornei era molto bassa. Basata di solito sul passaparola, non verificata, in qualche caso anche opportunistica. Poi mi sono letto il Regolamento dello Sport che amo e pratico (le Carte Federali sono facilmente reperibili), ho chiesto quando avevo dei dubbi, ho sperimentato sul campo. Adesso penso di poter dire di sapere di cosa parlo quando chiedo le cose, e penso che questa sia una buona base per tutti. E penso ANCHE che valga in tutti i settori in cui si riceve un servizio, non solo nel tennis, non trovate?

di Paolo Porrati (Martedì, 23 Agosto 2016 18:13)

8

  Ma scusa la partecipazione a piu' tornei contemporaneamente oltre ad essere a mio avviso sportivamente e didatticamente sbagliata, non dovrebbe essere proprio ammessa. Se fosse successo a me sarei andato lo stesso al campo con mio figlio facendo valere l'impegno, la serieta' e la sportivita' di tuo figlio. Del risultato chissene frega ma cosi' e' proprio una mancanza di rispetto.

di Micky1978 (Mercoledì, 17 Agosto 2016 15:38)

7

  Concordo al 100% con Pallonetto. Purtroppo con le nuove regole d''impiego degli ufficiali di gara la situazione andrà ancor di più a peggiorare. Il problema è veramente delicato per diversi motivi;, da una parte le società che organizzano tornei dichiarano che il costo del G.A. per dirigere il torneo è esorbitante e nelle spese generali di organizzazione incidono in modo notevole tanto da far desistere ad organizzarli; la FIT invece ha necessità che i tornei vengano incrementati il più possibile per ovvi motivi; la soluzione trovata dalla federazione è dare ai G.A. di affiliato (1^ Ctg.) la possibilità di arbitrare tornei anche di terza categoria (i tabelloni saranno compilati da G.A. di 2^ o di 3^). Adesso se consideriamo che diversi G.A. degli affiliati applicano il regolamento come quello che ha mandato a C.....re il nostro amico del commento 3) già immagino quello che succederà nei tornei di 3^ in presenza di un arbitro che non sa' come e quando e con quali modalità applicare in modo giusto i regolamenti. La FIT , in tutte le regioni, dovrebbe impiegare i propri G.A. più bravi ( ce ne sono tantissimi) a supervisionare in modo informale i GAT di affiliato, e prendere provvedimenti annullando la qualifica al GAT 1 o non concedendo il torneo all'affiliato che non può garantire un G.A. valido. Saluti

di SWIMMER (Lunedì, 25 Luglio 2016 14:54)

6

  Assolutamente d'accordo con "pallonetto e SWIMMER" e aggiungerei che purtroppo questa prassi soprattutto nei ragazzini è molto diffusa e l'indisponenza e la poca inparzialita di alcuni GAT troppo succubi ai circoli di appartenenza, non gli permettono di vedere anche alternative di cordialità nella eventuale richiesta di rinvio ai giocatori che con uno spostamento concordato dell'incontro, chiaramente con il circolo organizzatore concorde anchesso, non attiverebbe sanzioni a nessuno.
L'educazione prima di tutto e per tutti

di Massimo Zerbini (Lunedì, 25 Luglio 2016 14:22)

5

  Grazie, per le vostre apprezzate risposte: mio figlio (U12, 4.1) si è appassionato a questo sport da meno di tre anni (ad oggi circa 100 incontri), ma ci è bastato per capire che a volte anche qui tutto gira "all'italiana". Non sempre però, ci tengo a dire che in molte altre occasioni abbiamo apprezzato la professionalità e la passione degli addetti nei circoli, maestri, arbitri, ecc. Certamente il rispetto delle regole, la precisione e la serietà di tutti gli addetti (ad esempio incrementando l'uso delle comunicazioni via web anziché telefoniche) aiuterebbe tutti, compreso i genitori come me che devono conciliare il proprio lavoro con gli impegni agonistici dei figli. Ancora grazie a tutti, saluti

di federico (Lunedì, 25 Luglio 2016 13:46)

4

  dike2014 commento 3,
il problema sta qui ed è proprio quello che tu sollevi.
Non ti chiedi perchè il settore arbitrale ha poco peso e considerazione da parte dei fruitori di tennis (giocatori, capitani e dirigenti di circolo)?
C'è diseducazione al rispetto delle regole e fin quando sono i giocatori potrebbe essere comprensibile, ma quando su questa china ci stanno coloro che le devono applicare allora cade tutto il castello.
Ed è triste vedere che sono apprezzati gli impreparati rispetto a coloro che lavorano con professionalità.

di pallonetto (Domenica, 24 Luglio 2016 21:06)

3

  Risposte corrette! Purtroppo però una cosa sono le regole, ben altra è l'applicazione delle stesse.
Anch'io due anni fa accompagnavo una ragazzina di 13 anni ad un torneo, in autostrada mi chiama il giudice dicendomi che avrebbe spostato l'incontro in quanto l'avversaria era impegnata in un altro torneo, alle mie obiezioni, mi ha riappeso il telefono mandandomi letteralmente ........."a cag...." Alla luce di questa segnalazione penso sia giusto cominciare a segnalare i giudici che non rispettano il regolamento.

di dike2014 (Sabato, 23 Luglio 2016 09:54)

2

  La mancata partecipazione ad un incontro di un torneo per la contemporanea disputa di un incontro di un'altra manifestazione comporta il deferimento al GS per assenza ingiustificata con l'aggravante della doppia partecipazione.

di pallonetto (Venerdì, 22 Luglio 2016 14:25)

1

  Una volta ufficializzato l'incontro, indipendentemente dal motivo per cui l'avversario non può giocare, che potrebbe essere anche molto serio, il GA. NON può rinviare l'incontro salvo per motivi eccezionali (impraticabilità di campo, strutture non in sicurezza eccetera) che deve comunque giustificare per iscritto e riportare a referto.
L'assenza di un giocatore per la partecipazione ad altri tornei non è giustificata, anzi dev'essere immediatamente segnalata al giudice sportivo per i dovuti provvedimenti; il G.A. che non lo fa', commette un illecito sportivo molto grave per l'incarico che ricopre. I regolamenti sono uguali per tutti; secondo le categorie o per i settori di età cambiano alcune modalità di svolgimento degli incontri o del gioco, ma non le regole generali.

di SWIMMER (Venerdì, 22 Luglio 2016 14:05)

* inserisci il tuo commento
* nickname
e-mail
* codice di controllo (contro lo spam)
Inserisci il codice di controllo visualizzato sopra.
(caratteri sensibili alle maiuscole/minuscole)
CAPTCHA Image
* campi obbligatori
INVIA
Ticket office internazionali bln d'italia 2017
ITF Pro Circuit

Abiti sartoriali da Uomo, Canali

Dal 1934 Canali è simbolo di eccellenza e made in Italy nella moda maschile. Scopri i nuovi abiti sartoriali da uomo.

www.lexicon.it

Federazione Italiana Tennis - P. IVA 01379601006       Cookie Policy