<![CDATA[ Ultim'ora della Federazione Italiana Tennis ]]> Mon, 16 Jan 2017 21:41:19 UTC <![CDATA[ ITF HAMMAMET - Coppola, Gaida e Hofer in tabellone ]]> nella foto), proveniente dalle qualificazioni, sfiderà la brasiliana Laura Pigossi, sesta favorita del torneo.
-------------------------------------

RISULTATI
"Hammamet Open"
Itf Pro Circuit
Hammamet, Tunisia
16 – 22 gennaio, 2016
$15.000 - terra

SINGOLARE
Primo turno
(wc) Francesca Gaida (ITA) c. (5) Yana Sizikova (RUS)
(wc) Claudia Coppola (ITA) c. (8) Josephine Boualem (FRA)
(q) Verena Hofer (ITA) c. (6) Laura Pigossi (BRA) ]]>
Sat, 31 Mar 2018 22:00:00 UTC
<![CDATA[ FRANCIA F2 - In gara Caruso, n.1 del tabellone, e Fonio ]]> nella foto), partito dalle qualificazioni e poi in tabellone principale diventato prima testa di serie, debutta contro il francese Alexis Musialek, mentre Giovanni Fonio, pure lui passato attraverso le qualificazioni, affronta al primo turno un altro ‘padrone di casa’, Gregoire Jack, numero 7 del seeding..
------------------------------------------------

RISULTATI
"17èmes Internationaux de Bressuire"
Itf Future Circuit
Bressuire, Francia
16 – 22 gennaio, 2017
$15.000 – cemento indoor

SINGOLARE
Primo turno
(1, q) Salvatore Caruso (ITA) c. Alexis Musialek (FRA)
(q) Giovanni Fonio (ITA) c. (7) Gregoire Jack (FRA) ]]>
Sat, 31 Mar 2018 22:00:00 UTC
<![CDATA[ AUS OPEN - DAY 2 - Tocca ai n.2 Djokovic e Serena Williams - In campo anche gli altri cinque azzurri in gara ]]>
Tra le donne alla numero due del mondo Serena Williams, chiamata a cimentarsi con la svizzera Belinda Bencic in uno dei match di maggior richiamo del primo turno, non poteva che toccare la Rod Laver Arena, nel secondo incontro del cartellone pomeridiano, aperto in precedenza dalla ceca Karolina Pliskova, numero 5 Wta e finalista agli US Open, che comincia il suo cammino contro la spagnola Sara Sorribes Tormo. A chiudere il programma serale sullo stesso campo sarà invece la polacca Agnieszka Radwanska, terza testa di serie, impegnata contro la bulgara Tsvetana Pironkova. Debutto anche per la britannica Johanna Konta, reduce dal trionfo a Sydney e numero 9 Wta, che affronta la belga Kirsten Flipkens sulla Margareth Court Arena dove poi gli occhi saranno puntati sulle beniamine di casa Samantha Stosur e Daria Gavrilova, opposte a due britanniche (Heather Watson e Naomi Broady).

Martedì scenderanno in campo i restanti cinque dei dieci azzurri in gara: tra gli uomini tocca a Thomas Fabbiano e Fabio Fognini, tra le donne invece debutto per Sara Errani, Karin Knapp e Camila Giorgi.

Rod Laver Arena
a partire dalle ore 11 (l'una di notte in Italia)
(5) Karolina Pliskova c. Sara Sorribes Tormo (ESP)
Belinda Bencic (SUI) c. (2) Serena Wiliams (USA)
Florian Mayer (GER) c. (9) Rafa Nadal (ESP)
a partire dalle ore 19 (le 9 del mattino in Italia)
Fernando Verdasco (ESP) c. (2) Novak Djokovic (SRB)
Tsvetana Pironkova (BUL) c. (3) Agnieszka Radwanska (POL)

Margareth Court Arena
a partire dalle ore 11 (l'una di notte in Italia)
Kirsten Flipkens (BEL) c. (9) Johanna Konta (GBR)
Dustin Brown (GER) c. (3) Milos Raonic (CAN)
Heather Watson (GBR) c. (18) Samantha Stosur (AUS)
a partire dalle ore 19 (le 9 del mattino in Italia)
(15) Grigor Dimitrov (BUL) c. Chistopher O’Connell (AUS)
(22) Daria Gavrilova (AUS) c. Naomi Broady (GBR)

Hisense Arena
a partire dalle ore 11 (l'una di notte in Italia)
(24) Alexander Zverev (GER) c. Robin Haase (NED)
(6) Dominika Cibulkova (SVK) c. Denisa Allertova (CZE)
(17) Caroline Wozniacki (DEN) c. Arina Rodionova (AUS)
non prima delle ore 17 (le 7 del mattino in Italia)
Omar Jasika (AUS) c. (21) David Ferrer (ESP)

Questi i campi dei tennisti/e italiani/e:

Court 8
2° match dalle ore 11 (l'una di notte in Italia)
Sara ERRANI (ITA) c. Risa Ozaki (JPN)

Court 10
alle ore 11 (l'una di notte in Italia)
(q) Thomas FABBIANO (ITA) c. Donald Young (USA)

Court 13
4° match dalle ore 11 (l'una di notte in Italia)
Camila GIORGI (ITA) c. (12) Timea Bacsinszky (SUI)

Court 20
4° match dalle ore 11 (l'una di notte in Italia)
Fabio FOGNINI (ITA) c. (28) Feliciano Lopez (ESP)

Court 22
alle ore 11 (l'una di notte in Italia)
Karin KNAPP (ITA) c. Su-Wei Hsieh (TPE)


ORDINE DI GIOCO ]]>
Sat, 31 Mar 2018 22:00:00 UTC
<![CDATA[ TUNISIA F2 - Sei giocatori italiani in gara ad Hammamet ]]> nella foto), accreditato della settima testa di serie, Nicola Ghedin e Fabrizio Ornago mentre dalle qualificazioni sono stati promossi Francesco Salviato e Francesco Ferrari, che si sono dunque aggiunti in tabellone a Tommaso Gabrieli, in gara grazie a una wild card.
------------------------------------------------

RISULTATI
" Hammamet Open"
Itf Future Circuit
Hammamet, Tunisia
16 - 22 gennaio, 2017
$15.000 - terra

SINGOLARE
Primo turno
(q) Francesco Salviato (ITA) c. (q) Mikalaj Aliak (BLR)
(q) Francesco Ferrari (ITA) c. Nerman Fatic (BIH)
Fabrizio Ornago (ITA) c. (q) Alexander Lebedyn (UKR)
(4) Marco Bortolotti (ITA) c. (wc) Youssef Dabbabi (TUN)
Nicola Ghedin (ITA) c. (wc) Aziz Ouakaa (TUN)
(wc) Tommaso Gabrieli (ITA) c. (2) Attila Balasz (HUN) ]]>
Sat, 31 Mar 2018 22:00:00 UTC
<![CDATA[ MELBOURNE TODAY:ORE 17, 21, 23.30 - Su SuperTennis speciale Australian Open ]]>
Gli speciali saranno condotti nel nuovissimo studio della tv della FIT da Elena Ramognino e Giorgio Spalluto, anche grazie ai contributi di Francesca Paoletti, inviata di SuperTennis a Melbourne.
]]>
Sat, 31 Mar 2018 22:00:00 UTC
<![CDATA[ SPAGNA F1 - Pancaldi e Leonardi eliminati all’esordio - Al via anche Giacalone, Cammarata e Carlone ]]> nella foto) è stato sconfitto 61 76(1) dallo spagnolo Alvaro Lopez San Martin, numero 5 del seeding, mentre l’altro emiliano Leonardi ha ceduto con il punteggio di 62 76(7) al francese Maxime Chazal, quarta testa di serie. Al via ci sono anche Omar Giacalone, numero 8 del tabellone, Alberto Cammarata e Nicolas Carlone, promosso dalle qualificazioni.
---------------------------------------

RISULTATI
“Rafa Nadal Academy by Movistar Futures I"
Itf Future Circuit
Manacor, Spagna
16 – 22 gennaio, 2017
$15.000 - terra

SINGOLARE
Primo turno
(q) Nicolas Carlone (ITA) c. (q) Pablo Irigaray Guarne (ESP)
(8) Omar Giacalone (ITA) c. Jaime Fermosell (ESP)
(5) Alvaro Lopez San Martin (ESP) b. Luca Pancaldi (ITA) 61 76(1)
Alberto Cammarata (ITA) c. (q) Juan Pablo Canas Garcia (ESP)
(4) Maxime Chazal (FRA) b. Filippo Leonardi (ITA) 62 76(7) ]]>
Sat, 31 Mar 2018 22:00:00 UTC
<![CDATA[ NIKE INTERNATIONAL - BOLTON TEEN U14 - Avanzano le azzurrine Ricci e Mencaglia ]]>
RISULTATI
Singolare maschile
Primo turno
Lovre Erceg (CRO) b. Giulio Perego (ITA) 76(7) 62
Pedro Boscardin Dias (BRA) b. Benito Massacri (ITA) 76(4) 64

Doppio maschile
Primo turno
Massacri/Perego (ITA) b. Jones/Rutter (GBR) 16 64 10-8

Secondo turno
Massacri/Perego (ITA) c. Jansen/Umur (GBR/TUR)

Singolare femminile
Primo turno
Beatrice Ricci (ITA) b. Natalya Ogunwale (GBR) 64 62
Rachel Cranley (GBR) b. Chiara Fornasieri (ITA) 64 62
Carlotta Mencaglia (ITA) b. Hannah Smith (GBR) 64 60
Dada Mascoll Savannah (GBR) b. Alessandra Simone (ITA) 16 64 76(6)
Lily Hutchings (GBR) b. Eleonora Alvisi (ITA) 63 26 62

Secondo turno
Beatrice Ricci (ITA) c. (9) Tiana Fox (GBR)
Carlotta Mencaglia (ITA) c. (6) Stela Peeva (BUL)

Doppio femminile
Primo turno
Fornasieri/Mencaglia (ITA) b. Bassega/Ogunwale (GBR) 62 61
Alvisi/Serafini (ITA) b. Davis/Paskauskaite (GBR) 61 62
Ricci/Simone (ITA) b. Burek/Jorge (GBR/POR) 60 63

Secondo turno
Fornasieri/Mencaglia (ITA) c. Brugnone/Leclerqe (FRA)
Alvisi/Serafini (ITA) c. Bilchev/Di Girolami (GBR/BEL)
Ricci/Simone (ITA) c. Boyden/Spee (NED)

]]>
Sat, 31 Mar 2018 22:00:00 UTC
<![CDATA[ ITF ANTALYA - Caregaro al via come terza testa di serie ]]> nella foto) è l’unica tennista italiana al via del 15mila dollari di Antalya, in Turchia. La 24enne giocatrice di Aosta, accreditata della terza testa di serie, fa il suo esordio contro la russa Anastasia Bursa, proveniente dalle qualificazioni.
-------------------------------------

RISULTATI
"GD Tennis Cup"
Itf Pro Circuit
Antalya, Turchia
16 – 22 gennaio, 2017
$15.000 - terra

SINGOLARE
Primo turno
(3) Martina Caregaro (ITA) c. (q) Anastasia Bursa (RUS) ]]>
Sat, 31 Mar 2018 22:00:00 UTC
<![CDATA[ ITF IL CAIRO - Prosperi unica italiana in tabellone ]]> nella foto) è l’unica tennista italiana in tabellone nel "Al-Solaimaneyah EGY F1 Women's Future", torneo da 15mila dollari al via al Cairo, capitale dell’Egitto. La 21enne di Grosseto, dopo aver superato le qualificazioni, è stata sorteggiata al primo turno contro l’egiziana Sandra Samir, seconda testa di serie.
------------------------------------------------

RISULTATI
"Al-Solaimaneyah EGY F1 Women's Future"
Itf Pro Circuit
Il Cairo, Egitto
16 – 22 gennaio, 2017
$15.000 - terra

SINGOLARE
Primo turno
(q) Valeria Prosperi (ITA) c. (2) Sandra Samir (EGY)
]]>
Sat, 31 Mar 2018 22:00:00 UTC
<![CDATA[ DEMONIO O PICCOLO HEWITT? - A 17 anni De Minaur si aggrega alla Next Gen! ]]>
Così, Alex, sorpassa in un attimo i giovanissimi connazionali di talento, Tomic e Kyrgios, e strappa l’etichetta di più intrigante prospetto di casa, con quel 17 febbraio 1999 che sventola sui documenti, il sangue arricchito dall’incrocio fra la mamma spagnola e il papà uruguagio, l’esperienza ad Alicante, in Spagna, fino ai cinque anni prima di trasferirsi in Australia con la famiglia, le tre lingue che parla correttamente (inglese, spagnolo e francese), l’abitudine al successo da under 18 (campione di doppio a Melbourne e finalista in singolare a Wimbledon, contro il quotato canadese Shapovalov, ha chiuso il 2016 da numero 2 del mondo, con semifinali a Parigi e New York), e da subito anche da pro (con la finale challenger di novembre ad Eckental, passando dalle qualificazioni, bocciato solo dal più esperto Steve Darcis).

Su di lui, del resto, scommettono in tanti. Dall’acuto ex ct di Davis, John Fitzgerald: “E’ impressionante per quanto è istintivo: è un piccolo Hewitt”, allo stesso, attuale ct della nazionale, proprio “Hewitt il selvaggio”, che se l’è tenuto in casa e l’ha seguito passo passo nella preparazione invernale. Memore della somiglianza tecnica con Alex e della precocità, visto che anche lui aveva vinto il primo match negli Slam proprio agli Australian Open. Con un bel grazie da parte di Alex: “E’ stato bello ricevere tutto il tempo tutti quei suggerimenti e tutti quei pensieri da parte sua. E’ stata una super preparazione per gli Australian Open. Non potrei essere più felice. L’anno scorso al Roland Garros juniores mi aveva parlato in modo molto carino, e mi aveva assicurato che mi sarebbe stato d’aiuto in qualsiasi cosa e quest’anno sono stato con lui sia a Sydney che a Melbourne. E’ incredibile tutto quello che ha già fatto per me, non potrei essergli più grato. Ho passato tanto tempo anche con la sua famiglia”.

Non guardate al numero 333 del mondo, ai centimetri d’altezza (180) e ai chili (69) che non sono tantissimi in uno sport sempre più da giganti. Non guardate alla mancanza di un vero colpo del ko, il ragazzo, destrorso, con rovescio a due mani dei tempi moderni, ha gran velocità di piedi, braccia e colpo d’occhio, sa far tutto, vede benissimo il gioco, e cresce di partita in partita. Fino a questo primo match di sempre al meglio di cinque set, nei quali ha accusato anche i crampi e tanti alti e bassi: “Non ho parole per descrivere come mi sento, è il momento più felice della mia vita, ho sofferto un bel po’. Non pensavo proprio di vincere , ma anche grazie a questo incredibile pubblico sono riuscito a farcela, ed è stata un’esperienza incredibile”. Anche senza l’unitissima famiglia al fianco che è rientrata da tempo in Spagna, dove i genitori gestiscono un ristorante (“Non sono riusciti a vedere il match in tv, l’hanno seguito sul live score”). Mentre la sorella, che vive a Sydney, non è potuta essere presente perché sta per dare alla luce il primo figlio. 

Curioso, proprio mentre Alex De Minaur, a spese di Melzer fratello, aggiungeva con una bella sottolineatura il proprio nome alla lista della già intrigante NexGen Atp da cui scaturiranno i magnifici 8 per il primo Masters giovani il 7-11 novembre a Milano, i veterani di qualità Roger Federer e Jurgen Melzer si sono ritrovati di fronte anche loro nel primo turno degli Australian Open, per l’ennesima volta dopo quel primo confronto dell’Orange Bowl 1998. Il "piccolo Hewitt” sarebbe nato soltanto tre mesi dopo. ]]>
Sat, 31 Mar 2018 22:00:00 UTC
<![CDATA[ KERBER A FATICA, - HALEP SUBITO FUORI - Esordio ok per Muguruza, Kuznetsova e Venus ]]>
KERBER AVANTI, CON QUALCHE BRIVIDO - Nel luogo dove era cominciata la sua straordinaria cavalcata verso il trono del tennis mondiale, non sciolta e reattiva come nella passata stagione, probabilmente anche per via della tensione, dopo un avvio al rallentatore (annullata pure una palla break) contro l’ucraina Lesia Tsurenko, numero 51 Wta, la Kerber ha preso il pallino del gioco e fatto suo il primo set in totale controllo (62). Poi, dopo aver tolto la battuta all’avversaria, è comunque arrivata al match point sul 5-4 nel secondo set, quando ha messo in rete di rovescio su un cross stretto della 27enne che vive a Kiev. Lì la mancina di Brema si è come bloccata, accorciando la profondità dei colpi e perdendo incisività al servizio, così da consentire all’ucraina di pareggiare il conto dei set (75) dopo aver fronteggiato una chance per il 6-6. E nel terzo Kerber ha dovuto cancellare con un dritto in corsa lungo linea da applausi una pericolosissima palla per il 3-1 alla rivale. Un punto che ha come spazzato via le paure della tedesca: sullo slancio la numero uno del mondo è schizzata 4-2 e ha chiuso sul 62 staccando il pass per il secondo turno. “Dopo aver mancato il match point ho pensato a quel che è accaduto un anno fa quando ero stata io ad annullarne uno al primo turno temendo per un attimo potesse accadere il contrario…”, ha ammesso con onestà Angie commentando a caldo sul campo e ringraziando il pubblico per il sostegno.

KASATKINA OUT, CORRIDOIO BUONO PER GENIE? - Sua prossima avversaria sarà la connazionale Carina Witthoeft, numero 89 Wta, quasi 22enne di Amburgo che non dovrebbe crearle eccessivi problemi. E di positivo, in prospettiva ottavi per lei, ci sono anche le eliminazioni in quella parte di tabellone della russa Darya Kasatkina, 23esima testa di serie, e anche della nostra Roberta Vinci, che con il suo tennis ha spesso creato grattacapi alla Kerber. Un corridoio in cui potrebbe tentare di incunearsi Eugenie Bouchard, al momento numero 47 del ranking ma che in questo inizio di 2017 sta mandando significativi segnali di risveglio: netta la sua affermazione, in chiusura di prima giornata, sulla statunitense Louisa Chirico (60 64), numero 65 Wta. Prossimo esame per la canadese (23 anni il prossimo 25 febbraio) la 31enne cinese Shuai Peng, che ha sorpreso appunto la Kasatkina.

TENDINITE AL GINOCCHIO, HALEP TRAVOLTA DALLA ROGERS - Chi invece per il secondo anno consecutivo saluta subito Melbourne Park è la romena Simona Halep, numero 4 della classifica mondiale e del tabellone, sconfitta con un secco 63 61 dalla statunitense Shelby Rogers, numero 52 Wta (esattamente lo stesso punteggio con cui si era imposta la Halep nell’unico precedente, agli US Open 2015), nell’incontro che ha aperto il programma sulla Rod Laver Arena. Il rendimento della 25enne di Costanza è stato condizionata da un problema al ginocchio sinistro e non è bastato neppure l’intervento del fisioterapista a fine primo set per ovviare al dolore. “Si è manifestato per la prima volta a Singapore alle Atp Finals, poi però durante la pausa invernale era sparito” – ha raccontato la romena, che in questo torneo vanta i quarti di finale nel 2014 e 2015 -. “Poi di nuovo in Cina, nel primo torneo stagionale, l’ho sentito di nuovo e qui ogni giorno ho avuto dolore. Ma non così forte come oggi. Nel secondo set, in particolare, non potevo quasi muovermi. Comunque la mia avversaria ha meritato la vittoria: ha giocato in maniera aggressiva e spinto molto la palla".
Non si tratta del primo exploit in uno Slam per la Rogers, capace di raggiungere gli ottavi nell’ultimo Roland Garros eliminando le due ceche Karolina Pliskova e Petra Kvitova. "Questo risultato mi dimostra che posso competere anche contro le migliori”, il commento della 24enne nata a Mount Pleasant, che al prossimo turno affronterà l’australiana Ashleigh Barty, numero 223 del ranking e in gara con una wild card, in grado di sgambettare la più quotata tedesca Annika Beck, numero 50 Wta.

AVANZANO MUGURUZA E VENUS WILLIAMS - Ha guadagnato il secondo turno invece la spagnola Garbine Muguruza, numero 7 della classifica mondiale e del seeding, che salvando un set point nella prima frazione ha regolato 75 64 la neozelandese Marina Erakovic, numero 110 Wta, e come prossimo ostacolo troverà sulla sua strada la statunitense Samantha Crawford, numero 162 Wta. Ha fatto valere la sua esperienza anche Venus Williams, numero 17 del ranking e tredicesima testa di serie, che ha saputo venire a capo in due lottati set della 22enne ucraina Kateryna Kozlova (76 75), numero 101 Wta, che l’aveva portata al terzo proprio agli ultimi US Open. La maggiore delle sorelle statunitensi, alla 17esima presenza a Melbourne, si giocherà l’accesso al terzo turno contro la svizzera Stephanie Voegele, numero 112 Wta.

TUTTO FACILE PER KUZNETSOVA E SVITOLINA - Comodo esordio per la russa Svetlana Kuznetsova, numero 8 del torneo, che ha concesso un solo game alla colombiana Mariana Duque Marino (60 61), come pure per l’ucraina Elina Svitolina, numero 13 Wta e 11 del tabellone, che ha concesso appena due game alla kazaka Galina Voskoboeva (60 62), numero 274 Wta, e per l’oro olimpico di Rio, la portoricana Monica Puig (numero 29 del seeding), mentre tra le teste di serie di seconda fascia escono subito di scena l’olandese Kiki Bertens (numero 19), sgambettata dalla statunitense Lepchenko, e la tedesca Laura Siegemund (26esima testa di serie), che ha ceduto 61 16 64 alla serba Jelena Jankovic, ex numero uno del mondo.

RISULTATI LUNEDI’ – 1° turno: (1) Angelique Kerber (GER) b. Lesia Tsurenko (UKR) 62 57 62, Carina Witthoeft (Ger) b. Eri Hozumi (Jpn) 75 76(6), Kristyna Pliskova (CZE) b. Viktorija Golubic (SUI) 63 26 64, (27) Irina Begu (ROM) b. Yaroslava Shvedova (KAZ) 57 63 64, Peng Shuai (CHN) b. (23) Darya Kasatkina (RUS) 60 76(5), Eugenie Bouchard (CAN) b. Louisa Chirico (USA) 60 64, Pauline Parmentier (FRA) b. Misaki Doi (JPN) 75 75, Coco Vandeweghe (USA) b. (15) Roberta Vinci (ITA) 61 76(3), (10) Carla Suarez (ESP) b. Jana Cepelova (SVK) 62 62, Sorana Cirstea (ROM) b. Irina Khromacheva (RUS) 62 61, Alison Riske (USA) b. Madison Brengle (USA) 75 63, (20) Zhang Shuai (CHN) b. Aliaksandra Sasnovich (BLR) 60 63, (32) Anastasija Sevastova (LAT) b. Nao Hibino (JPN) 64 rit., Kristina Kucova (SVK) b. Christina McHale (USA) 64 60, Samantha Crawford (USA) b. Lauren Davis (USA) 46 63 60, (7) Garbine Muguruza (ESP) b. Marina Erakovic (NZL) 75 64, Shelby Rogers (USA) b. (4) Simona Halep (ROM) 63 61, Ashleigh Barty (AUS) b. Annika Beck (GER) 64 75, Mona Barthel (GER) b. Destanee Aiava (AUS) 63 76(4), (29) Monica Puig (PUR) b. Patricia Tig (ROM) 60 61, Varvara Lepchenko (USA) b. (19) Kiki Bertens (NED) 75 76(5), Duan Yingying (CHN) b. Rebecca Sramkova (SVK) 63 64, Stefanie Vögele (SUI) b. Kurumi Nara (JPN) 26 62 63, (13) Venus Williams (USA) b. Kateryna Kozlova (UKR) 76(5) 7-5, (11) Elina Svitolina (UKR) b. Galina Voskoboeva (KAZ) 60 62, Natalia Vikhlyantseva (RUS) b. Vania King (USA) 63 62, (24) Anastasia Pavlyuchenkova (RUS) b. Evgeniya Rodina (RUS) 61 76(2), Jelena Jankovic (SRB) b. (26) Laura Siegemund (GER) 61 16 64, Julia Görges (GER) b. Katerina Siniakova (CZE) 36 63 64, Jaimee Fourlis (AUS) b. Anna Tatishvili (USA) 64 63, (8) Svetlana Kuznetsova (RUS) b. Mariana Duque Marino (COL) 60 61.


SINGOLARE FEMMINILE ]]>
Sat, 31 Mar 2018 22:00:00 UTC
<![CDATA[ MURRAY C’E’, FEDERER ANCHE - Wawrinka, Nishikori e Cilic al 5°. Fuori Pouille ]]>
E’ IL NUMERO 1 MA NON IL FAVORITO - Ad Andy Murray la superficie di Melbourne piace. A testimoniarlo ci sono le cinque finali raggiunte nelle ultime sette edizioni (2010, 2011, 2013, 2015 e 2016), tutte perse però: quattro contro Djokovic ed una contro Federer. Per di più quest’anno il 29enne di Dunblane ci è arrivato come numero uno del mondo, anche se forse non è comunque lui il favorito, anche alla luce della sconfitta rimediata contro Djokovic nella finale di Doha un paio di settimane fa. L’esordio contro l’ucraino Illya Marchenko, numero 93 Atp, ha messo in chiaro che Murray c’è: forse non è così devastante come nell’imperiosa cavalcata verso il trono nella seconda metà della scorsa stagione ma comunque c’è. La cronaca. Andy comincia il match cedendo la battuta ma si riprende immediatamente allungando poi fino al 4-1, subisce il ritorno di Marchenko ma poi archivia il primo parziale al dodicesimo gioco. Nella seconda frazione chi ipotizzava un calo dell’ucraino rimane deluso: Marchenko strappa infatti la battuta allo scozzese nel terzo gioco (complice una percentuale tutt’altro che stratosferica di prime di Andy e qualche errore gratuito di troppo). Murray, che comincia uno dei suoi soliti monologhi, però non si disunisce: corre da una parte e dall’altra del centrale, suda e non molla un punto, ed all’ottavo gioco mette a segno il contro-break. Lo scozzese chiude con un lob di diritto in corsa un undicesimo gioco che rischiava di complicarsi e poco dopo si va al tie-break che Murray si aggiudica per 7 punti a 5. Il terzo set diventa così una pura formalità: Marchenko accusa stanchezza ed un pizzico di frustrazione e Murray gli strappa la battuta al terzo ed al quinto gioco, chiudendo poi 75 76(5) 62 dopo due ore e 47 minuti. "Se devo essere onesto non credo di aver giocato una gran partita" - ha ammesso il numero uno del mondo - "nei giorni scorsi qui il tempo era molto più fresco e spesso il cielo era coperto. Oggi la situazione era invece totalmente diversa: faceva caldo ed anche il rimbalzo della palla era differente". Andy al prossimo turno troverà dall’altra parte della rete il giovane russo Andrey Rublev, per la prima volta approdato al secondo turno di uno Slam.

RITORNO VINCENTE PER KING ROGER - Finalmente dopo oltre sei mesi (la semifinale persa in cinque set contro Raonic a Wimbledon l’ultimo match ufficiale giocato) Roger Federer è rientrato nel circuito. E magari anche lui, anche “King Roger”, avrà provato un brivido lungo la schiena nell’entrare nella Rod Laver Arena accolto dall’ovazione del pubblico. La cronaca. Nel sesto game del primo set Jurgen Melzer, passato attraverso le qualificazioni, gela lo stadio togliendo il servizio al “Magnifico” e salendo 4-2 (e magari ci sarà stato anche chi avrà pensato alla testa di serie dello svizzero: la numero 17...): Federer, però, reagisce immediatamente, lo riagguanta sul quattro pari e nel dodicesimo gioco archivia il set dopo aver strappato ancora il servizio al mancino austriaco nel game precedente. Il 35enne fuoriclasse di Basilea prende un break di vantaggio anche in avvio di seconda frazione (2-0), allunga fino al 3-1 prima del sorpasso di Melzer che infila cinque giochi consecutivi pareggiando il conto dei set. Anche nel terzo parziale Federer sale 3-1 ma stavolta per lo svizzero non ci sono cali di concentrazione ed il set è suo. Di slancio Roger prende il largo anche nella quarta frazione (4-1) prima di chiudere per 75 36 62 62, dopo due ore e cinque minuti di gioco. Rientro convincente il suo, dopo lo stop più lungo della carriera. ”Sono contendo di essere di nuovo su un campo da tennis. Ogni partita è una partita positiva, indipendentemente dal risultato” - ha detto Federer -. ”Cosa ho fatto in questi mesi? Mi sono riposato, ho visto persone che non vedevo da tanto, ho seguito i miei figli per casa”. Prossimo avversario per lui lo statunitense Noah Rubin, 19enne di Long Island, numero 197 del ranking mondiale, proveniente dalle qualificazioni, per il secondo anno di fila approdato a secondo turno dello Slam Down Under.

KLIZAN SPAVENTA WAWRINKA - Se l’è davvero vista brutta “Stanimal” nel suo match d’esordio contro Martin Klizan. Lo svizzero, numero quattro del seeding, è riuscito ad imporsi in cinque set - 46 64 75 46 64 lo score in 3 ore e 24 minuti di partita - non prima però di aver dovuto recuperare un break di svantaggio sul 4-3 Klizan nel set decisivo. Curioso l’episodio, nel finale di partita, che ha visto il povero Martin colpito a rete sotto la cintura da un passante “al corpo” di Stan che peraltro è andato subito a sincerarsi delle condizioni del suo avversario. Rimangono diverse perplessità sul campione dell’edizione del 2014 (proprio a Melbourne Wawrinka ha vinto il suo primo major) che al prossimo turno dovrà vedersela con lo statunitense Steve Johnson.

CHE FATICA KEI! - Esordio decisamente complicate per il giapponese Kei Nishikori, numero 5 Atp e quinto favorite di un torneo dove per tre volte è arrivato nei quarti (comprese le ultime due edizioni). La cronaca. La bellezza di 18 errori gratuiti costano al 27enne di Shimane il primo parziale contro il russo Andrey Kuznetsov, numero 45 Atp. Kei rischia di andare sotto di un break anche in avvio di seconda frazione ma si salva: scampato il pericolo è lui a strappare per due volte consecutive il servizio all’avversario pareggiando rapidamente il conto dei set. Il caldo si fa sentire e soprattutto il giapponese non riesce ad esprimere il suo tennis migliore: in qualche modo, però, si aggiudica anche la terza frazione. Nel quarto set, nonostante ben quattro break, è il tie-break a decidere: Nishikori sale 5-4 ma poi perde quattro degli ultimo cinque punti, l’ultimo con l’aiuto di un net parecchio russo, e si ritrova al quinto set. Qui Kei strappa il servizio al suo avversario nel quarto gioco, in quello successivo salva una palla per il contro-break, e poi archivia il match all’ottavo game togliendo ancora una volta la battuta a Kuznetsov: 57 61 64 67(6) 62 lo score dopo quasi tre ore e 40 minuti, che potrebbero anche farsi sentire a livello fisico nel prosieguo del torneo. Prossimo ostacolo per lui il francese Jeremy Chardy, rimasto in campo appena 23 minuti: il tempo di conquistare quattro giochi contro un Nicolas Almagro menomato da un infortunio al polpaccio.

CILIC AVANTI COL BRIVIDO - Per la serie come complicarsi la vita: firmato Marin Cilic, settimo favorito del seeding e semifinalista nell’edizione del 2010. Anche se l’avversario, il polacco Jerzy Janowicz, ex top 20 e semifinalista a Wimbledon nel 2013, è uno da non sottovalutare mai. La cronaca. Janowicz parte meglio, sorprendendo il croato e dominando per le prime due frazioni con servizio e dritto. Sotto due set a zero Marin si scuote, ritrova buone percentuali al servizio, comincia a sbagliare meno ed approfitta del calo fisico del polacco che nell’ultimo anno e mezzo ha giocato davvero poco per un problema al ginocchio. Negli ultimi tre set c’è poca storia contro uno Janowicz evidentemente innervosito che nel finale di partita battibecca anche con uno spettatore: 46 46 62 62 63 il punteggio in favore di Cilic che al secondo turno troverà il britannico Daniel Evans, finalista a Sydney la scorsa settimana.

RISULTATI LUNEDI’ - Primo turno: (1) Murray (GBR) b. Marchenko (UKR) 75 76(5) 62, (27) Tomic (AUS) b. Bellucci (BRA) 62 61 64, (5) Nishikori (JPN) b. Kuznetsov (RUS) 57 61 64 67(6) 62, (7) Cilic (CRO) b. Janowicz (POL) 46 46 62 62 63, (19) Isner b. Kravchuk (RUS) 63 64 67(5) 61, (29) Troicki (SRB) b. Dzumhur (BIH) 64 64 26 26 63, Bublik (KA) b. (16) Pouille (FRA) 60 36 63 64, (10) Berdych (CZE) b. (q) Vanni 61 (ITA) rit., De Minaur (AUS) b. Melzer (AUT) 57 63 26 76(2) 61, Jaziri (TUN) b. Soeda (JPN) 63 64 63, (14) Kyrgios (AUS) b. Elias (POR) 61 62 62, (q) Rublev (RUS) b. Lu (TPE) 46 63 76(0) 63, (31) Querrey (USA) b. Halys (FRA) 67(12) 76(4) 63 64, M.Zverev (GER) b. Garcia-Lopez (ESP) 63 76(5) 64, Harrison (USA) b. Mahut (FRA) 63 64 62, Lacko (SVK) b. (26) Ramos-Vinolas (ESP) 46 75 16 64 64, Sela (ISR) b. Granollers (ESP) 57 63 62 60, Chardy (FRA) b. Almagro (ESP) 4-0 rit., Johnson (USA) b. Delbonis (ARG) 63 64 64, Lorenzi (ITA) b. Duckworth (AUS) 64 76(4) 67(4) 64, Schwartzman (ARG) b. (22) Cuevas (URU) 63 63 60, Seppi (ITA) b. Mathieu (FRA) 64 76(4) 67(3) 75, (12) Tsonga (FRA) b. Monteiro (BRA) 61 63 67(5) 62, Lajovic (SRB) b. Robert (FRA) 63 63 63, Khachanov (RUS) b. Mannarino (FRA) 64 36 76(9) 63, (23) Sock (USA) b. Herbert (FRA) 64 76(4) 63, Estrella Burgos (DOM) b. Bedene (GBR) 76(7) 7506 63, Evans (GBR) b. Bagnis (ARG) 76(8) 63 61, Rubin (USA) b. Fratangelo (USA) 67(4) 75 36 62 62, Darcis (BEL) b. Groth (AUS) 36 63 62 62, (4) Wawrinka (SUI) b. Klizan (SVK) 46 64 75 46 64, (17) Federer (SUI) b. J.Melzer (AUT) 75 36 62 62.

SINGOLARE MASCHILE

]]>
Sat, 31 Mar 2018 22:00:00 UTC
<![CDATA[ VOCE DELLE REGIONI - SU SUPERTENNIS - Alle ore 16.45 spazio all'Abruzzo ]]>
Ecco la programmazione:

Lunedì 16 gennaio: ABRUZZO alle 16.45 circa (replica martedì 17 gennaio alle ore 20.45 e mercoledì 18 gennaio alle ore 08.45 circa) ]]>
Sat, 31 Mar 2018 22:00:00 UTC
<![CDATA[ LA DAVIS NEL MIRINO - Paolino e Andreas battono un colpo ]]>
Dopo 14 sconfitte di fila al primo turno negli Slam, una striscia negativa sulla quale Lorenzi con il gusto dell’ironia che lo contraddistingue ha spesso scherzato, ora il senese ha invertito la rotta: agli ultimi US Open ha centrato il terzo turno, qui a Melbourne eccolo al secondo. E non è finita: lo attende il serbo Troicki. “Sì, ma per pareggiare quelle 14 eliminazioni consecutive ora dovrei vincere altrettanti primi turni di fila…. Poi aggiunge: “Ho giocato un buon match e sono stato solido. Nel primo set il mio avversario ha avuto più palle break del sottoscritto, nel secondo ho recuperato un break di svantaggio e nel quarto sono stato lucido nell’annullare una palla break molto pericolosa che lo avrebbe messo del tutto di nuovo in partita. Sto bene e sono soddisfatto”.

Musica per le orecchie di Barazzutti, che su Paolino conta eccome per la difficile trasferta di Buenos Aires. E’ anche cominciata la pretattica stile calcio, perché qualche minuto dopo, quando in sala conferenza si è presentato Seppi, ad attenderlo c’erano un paio di colleghi argentini che volevano fargli qualche domanda sulla Davis. “A Buenos Aires non vengo, anzi vengo ma solo per mangiare l’asado… Quindi niente domande”, e occhiolino alla stampa italiana. Esaurita la gag (è ovvio che invece ci sarà), ecco le considerazioni sul suo stato di forma: “Ho giocato un buon match considerando che era il primo della stagione e per di più in un torneo dello Slam. Ho servito bene uscendo grazie alla battuta da qualche situazione complicata. Devo però rispondere meglio”. Sì, perché al secondo turno lo attende Nick Kyrgios, idolo locale un po’ discusso per i suoi atteggiamenti sopra le righe. Contro il bad boy australiano due anni fa perse negli ottavi dopo aver battuto nel turno precedente un certo Federer. Era avanti di due set e arrivò anche a giocarsi il match point, annullato da Kyrgios con un ace. “Ci riproverò mercoledì, anche se lui è ulteriormente cresciuto. Però sono qui e me la gioco”. Ci conta il capitano azzurro. Ci contiamo tutti noi. ]]>
Sat, 31 Mar 2018 22:00:00 UTC
<![CDATA[ MELBOURNE: LORENZI E SEPPI OK - Vanni si ritira. Domani Fognini e Fabbiano ]]> Il senese, numero 43 del ranking mondiale, alla sesta presenza a Melbourne, si è imposto per 64 76(4) 67(4) 64, dopo una battaglia di tre ore e 15 minuti, sull'australiano James Duckworth, numero 107 Atp. Il 35enne senese, che ha recuperato un break di svantaggio sia nel secondo che nel terzo set, ha avuto la chance di chiudere in tre parziali ma ha mancato due match-point nel dodicesimo gioco della seconda frazione con l'australiano al servizio.
Al secondo turno Lorenzi troverà il serbo Viktor Troicki, numero 29 del seeding, che ha fermato Paolo al secondo turno del torneo di Sydney qualche giorno fa.

Bene anche l'altoatesino, numero 89 Atp, 32 anni il prossimo 21 febbraio, che disputa per la dodicesima volta il primo Slam dell’anno dove ha raggiunto in due occasioni gli ottavi (2013 e 2015). Andreas ha battuto 64 76(4) 67(3) 75, in tre ore e cinque minuti di gioco, un altro veterano come il francese Paul-Henri Mathieu, numero 75 del ranking mondiale, aggiudicandosi il terzo confronto consecutivo con il 35enne di Strasburgo (che resta avanti per 4-3 nel computo globale). Per Andreas grande l'aiuto ricevuto dal servizio con ben 34 ace ed una percentuale dell'80% dei punti vinti quando ha messo la prima. L'azzurro micidiale anche sui break-point salvati: ben 13 su 14.
Al secondo turno Seppi ritroverà la stella aussie Nick Kyrgios, numero 14 Atp e del seeding, che due anni fa proprio a Melbourne negli ottavi lo eliminò dopo aver salvato match-point (Kyrgios si è imposto anche al secondo turno degli Us Open 2014)..

Esordio sfortunato, invece, per Luca Vanni nel tabellone principale. Il 31enne toscano, numero 157 del ranking mondiale, è stato costretto al ritiro dopo 40 minuti nella sfida che lo vedeva opposto il ceco Tomas Berdych, numero 10 Atp e decima testa di serie, semifinalista nel 2014 e nel 2015 e sempre almeno nei quarti nelle ultime sei edizioni. Perso il primo set 61, punteggio forse troppo severo. Vanni si è arreso sotto 0-30 nel game di apertura del secondo parziale per un problema all’inguine della coscia destra. Il tennista toscano aveva superato le qualificazioni.

In gara a Melbourne ci sono anche Fabio Fognini e Thomas Fabbiano, che giocheranno domani. Il 29enne ligure di Arma di Taggia, numero 48 del ranking mondiale (gli ottavi nel 2014 il suo miglior risultato nel major Aussie, a cui partecipa per la decima volta, con lo storico successo in doppio nell’edizione 2015), è stato sorteggiato contro lo spagnolo Feliciano Lopez, numero 29 Atp e 28esima testa di serie, che si è aggiudicato entrambi i precedenti, sempre disputati a livello Slam (lo scorso anno a Wimbledon in cinque set, con tanto di polemica finale, e agli US Open 2015 in tre).
Il 27enne pugliese di San Giorgio Ionico, numero 141 del ranking mondiale, che al quinto tentativo si è guadagnato un posto nel tabellone principale dello Slam Aussie, ha un esordio tutto sommato "possibile" contro lo statunitense Donald Young, numero 85 Atp, che a Melbourne vanta un terzo turno raggiunto nel 2013.
-------------------------------------------

RISULTATI
“Australian Open”
Grand Slam
Melbourne, Australia
16 - 29 gennaio, 2017
Aus$ 50.000.000 - cemento

SINGOLARE
Primo turno
(10) Thomas Berdych (CZE) b. (q) Luca Vanni (ITA) 61 ritiro
Paolo Lorenzi (ITA) b. James Duckworth (AUS) 64 76(4) 67(4) 64
Andreas Seppi (ITA) b. Paul-Henri Mathieu (FRA) 64 76(4) 67(3) 75
(q) Thomas Fabbiano (ITA) c. Donald Young (USA)
Fabio Fognini (ITA) c. (28) Feliciano Lopez (ESP)

Secondo turno
Paolo Lorenzi (ITA) c. (29) Viktor Troicki (SRB)
Andreas Seppi (ITA) c. (14) Nick Kyrgios (AUS)

DOPPIO
Fabio Fognini/Fernando Verdasco (ITA/ESP) c. Jerzy Janowicz/Marcin Matkowski (POL)
Aliaksandr Bury/Paolo Lorenzi (BLR/ITA) c. (6) Raven Klaasen/Rajeev Ram (RSA/USA)

QUALIFICAZIONI MASCHILI
Primo turno
Blaz Kavcic (SLO) b. Matteo Donati (ITA) 62 3-3 rit.
(2) Frances Tiafoe (USA) b. Marco Cecchinato (ITA) 63 57 75
Mirza Basic (BIH) b. Lorenzo Giustino (ITA) 36 63 62
(31) Thomas Fabbiano (ITA) b. Bradley Klahn (USA) 61 67(3) 63
Jan Satral (CZE) b. (12) Alessandro Giannessi (ITA) 76(6) 76(4)
Luca Vanni (ITA) b. Federico Gaio (ITA) 57 62 63
(30) Vincent Millot (FRA) b. Riccardo Bellotti (ITA) 63 61
Reilly Opelka (USA) b. Stefano Napolitano (ITA) 75 63

Secondo turno
(31) Thomas Fabbiano (ITA) b. Akira Santillan (JPN) 46 64 62
Luca Vanni (ITA) b. Alexander Sarkissian (USA) 36 63 62

Turno di qualificazione
(31) Thomas Fabbiano (ITA) b. Andre Ghem (BRA) 64 76(4)
Luca Vanni (ITA) b. Jan Satral (CZE) 46 64 64

SINGOLARE MASCHILE ]]>
Sat, 31 Mar 2018 22:00:00 UTC
<![CDATA[ DIARIO DA MELBOURNE / 11 - Un "escort" per amico ]]>
La convocazione avviene sempre allo stesso modo, che si tratti di un primo turno di quali o la finale. Dagli altoparlanti disseminati nella zona giocatori una voce annuncia stentorea: “Could the following players please report to the practice desk for your escort to Rod Laver Arena. Men single championship… Novak Djokovic… Roger Federer”, cioé “Si invitano gentilmente i seguenti giocatori a presentarsi al practice desk: singolare maschile...”. Il resto non ha bisogno di traduzione. A quel punto Tizio e Caio escono dallo spogliatoio, dal ristorante o dal bagno, si presentano il più delle volte senza scambiarsi uno sguardo, si sistemano le cuffie, si caricano il borsone e si incamminano verso il campo. Se è la Rod Laver Arena tutto quel che devono fare è attraversare un corridoio di una cinquantina di metri tempestato di pannelli coi disegni dei vincitori del passato. Se è la Margaret Court, devono invece percorrere un corridoio appena più lungo, che al posto dei pannelli è tappezzato da foto. Se parliamo dei due show court o dei campi tra il 5 e il 15, basta continuare sulla stessa strada per altri tre-quattrocento metri. Se si gioca sui campi tra il 16 e il 23, si piega invece verso est. Se poi capita l’Hi Sense arena, ci vorrebbe una navetta. Invece anche in quel caso ci sono loro.

Che sia un match o un allenamento, il comune denominatore sono gli escort. Massicci figuri imbronciati che paiono buttafuori e spesso nella vita di tutti i giorno lo sono davvero. Hanno il compito di aspettare i giocatori con un cartello che li fa molto guide turistiche all’aeroporto, di condurre i giocatori ai campi e se necessario di proteggerli dalle ondate di affetto della gente. Nei primi giorni del torneo ne servono una cinquantina. Ad andarli a riprendere a giochi fatti ci pensano invece i runners. Che invece di correre, camminano. Ma tanto tanto. L’anno scorso uno di loro mi ha mostrato il pedometro: a fine giornata si era ciucciato più di trentamila passi. Ma stanno molto peggio degli escort anche per un altro motivo motivi: sono loro a far sapere ai tennisti che un giornalista ha fatto richiesta di un’intervista one-to-one anche in caso di sconfitta. Spesso quello che si sentono rispondere non è per niente bello.

DIARIO DA MELBOURNE / 1

DIARIO DA MELBOURNE / 2

DIARIO DA MELBOURNE / 3

DIARIO DA MELBOURNE / 4

DIARIO DA MELBOURNE / 5

DIARIO DA MELBOURNE / 6

DIARIO DA MELBOURNE / 7

DIARIO DA MELBOURNE / 8

DIARIO DA MELBOURNE / 9

DIARIO DA MELBOURNE / 10 ]]>
Sat, 31 Mar 2018 22:00:00 UTC
<![CDATA[ AUSTRALIAN OPEN - AZZURRE - Vinci e Schiavone subito fuori - Stanotte esordio per la Errani ]]>
Eliminata anche Francesca Schiavone, alla sua 65esima partecipazione ad un Major- La 36enne milanese, numero 100 Wta, ha ceduto con il punteggio di 62 64 in un’ora e 14 minuti alla statunitense Julia Boserup, 25enne californiana di Santa Monica, numero 119 del ranking mondiale, passata attraverso le qualificazioni. Francesca era alla sua sedicesima partecipazione a Melbourne, dove vanta i quarti nel 2011 ma anche gli ottavi nel 2006 e nel 2010.

In tabellone ci sono altre tre azzurre. Sorteggio “tosto” per Camila Giorgi, numero 74 Wta (per lei un terzo turno raggiunto nel 2015): la 25enne di Macerata, debutta contro la svizzera Timea Bacsinszky, numero 15 del ranking mondiale e dodicesima testa di serie (anche per lei la miglior performance a Melbourne è un terzo turno datato 2015). La 27enne di Losanna si è imposta in tre set nell’unico precedente, disputato al primo turno di Pechino 2015.

E’ andata meglio a Sara Errani, numero 53 Wta, che nello Slam Down Under ha raggiunto i quarti nel 2012 quando fu stoppata da Petra Kvitova: la 29enne romagnola ha “pescato” la giapponese Risa Ozaki, numero 93 del ranking mondiale, 22 anni, alla sua prima partecipazione al tabellone principale di un Major. Tra le due non ci sono precedenti. Resta da vedere se la 29enne romagnola avrà recuperato al meglio dall’infortunio alla coscia sinistra che qualche giorno fa l’ha costretta a dare forfait ad Hobart.

Non malvagio nemmeno il sorteggio di Karin Knapp, numero 144 Wta (in tabellone grazie al ranking protetto), mai oltre il secondo turno a Melbourne (2009 e 2014): l’altoatesina deve vedersela con la cinese di Taipei Su-Wei Hsieh, numero 91 Wta, che agli Aus Open ha raggiunto gli ottavi ma nel lontano 2008. La 31enne di Kaohsiung ha vinto in tre set l’unico precedente, giocato lo scorso anno al primo turno di Istanbul.
---------------------

RISULTATI
“Australian Open”
Grand Slam
Melbourne, Australia
16 - 29 gennaio, 2017
Aus$ 50.000.000 - cemento

SINGOLARE FEMMINILE
Primo turno
CoCo VandeWeghe (USA) b. (15) Roberta Vinci (ITA) 61 76(3)
(q) Julia Boserup (USA) b. Francesca Schiavone (ITA) 62 64
Camila Giorgi (ITA) c. (12) Timea Bacsinszky (SUI)
Karin Knapp (ITA) c. Su-Wei Hsieh (TPE)
Sara Errani (ITA) c. Risa Ozaki (JPN)

DOPPIO
Karin Knapp/Mandy Minella (ITA/LUX) c. Naomi Broady/Heather Watson (GBR)
Sara Errani/Kirsten Flipkens (ITA/BEL) c. Daria Gavrilova/Daria Kasatkina (AUS/RUS)

QUALIFICAZIONI FEMMINILI
Primo turno
(7) Rebecca Sramkova (SVK) b. Jasmine Paolini (ITA) 63 64

SINGOLARE FEMMINILE ]]>
Sat, 31 Mar 2018 22:00:00 UTC
<![CDATA[ ROBERTA DELUSA - "E' girato tutto male. Penalizzata dalla sosta" ]]>
“Nel primo set non ci ho capito nulla - ammette Roberta - è un’avversaria che soffro molto perché non ci sono scambi. Fa un punto pazzesco, poi magari sbaglia banalmente. Però per giocarci devi pian piano entrare in partita. Nel secondo set ci sono riuscita, ho cominciato a trovare qualche risposta incisiva in più”. Infatti era avanti 4-2, poi sul 40-40 del settimo game, dopo un lob vincente della tarantina, la statunitense si è accasciata al suolo: un malore dovuto ad un colpo di calore (oggi a Melbourne il termometro ha superato i 30 gradi). E’ intervenuto il medico e la sfida è ripresa con la Vandeweghe che ha recuperato il break di svantaggio.

“Quella sosta mi ha un po’ penalizzata”, sottolinea l’azzurra. Decisivo il tie break in cui la Vinci è stata anche un po’ sfortunata: sul 2-1 in suo favore un’accelerazione di diritto dell’avversaria, chiamata out, ha toccato appena la riga come certificato dall’occhio di falco. Sarebbe stato il punto del 3-1 che avrebbe potuto allungare la partita al terzo set. Invece Roberta si è disunita, ha servito con scarsa efficacia e la Vandeweghe ha fatto suo il tie brek con il punteggio di 7-3 chiudendo il match. Peccato: c'erano ben altre aspettative, soprattutto dopo che a Sydney la Vinci era stata l'unica a strappare un set alla scatenata Pliskova. “Brutto sorteggio e mi è girata male la partita in quei punti che potevano cambiare le cose… Ma ormai è andata così. Prossimo torneo a San Pietroburgo”. ]]>
Sat, 31 Mar 2018 22:00:00 UTC
<![CDATA[ UNA WILLIAMS PIU’… SERENA - Scrive poesie a pensa al matrimonio ]]> “Ancora con questa storia...”, si lamenta Serena Williams, 22 Slam in bacheca, in attesa di debuttare domani agli Australian Open, torneo che ha già vinto cinque volte.

L’americana dopo la semifinale persa agli US Open proprio contro Karolina Pliskova non ha più giocato e la sconfitta al secondo turno di Auckland non è incoraggiante. Inoltre il sorteggio non è stato benevolo con la 35enne americana, che all’esordio troverà la giovane e rampante Belinda Bencic. E allora meglio parlare di amore, del suo nuovo fidanzato Alexis Ohanian, 33enne newyorkese di Brooklyn, milionario co-fondatore del social network Reddit. Serena ha strombazzato via social, naturalmente, le sue nozze proprio a fine anno pubblicando una poesia: “Sono tornata a casa un po’ in tardi. Qualcuno aveva preparato una borsa per me e una carrozza attendeva. Destinazione Roma. Per scortarmi dal mio principe azzurro, dove le nostre stelle si sono incontrate per la prima volta. E ora il cerchio si è chiuso. Allo stesso tavolo dove ci siamo conosciuti per caso. Ma questa volta non lo ha fatto per caso, ma per scelta. Si è messo in ginocchio, ha detto quattro parole. Ed io ho detto sì”.

Due settimane dopo, in quel di Melbourne, Serena ci scherza su: “A dire il vero sono proprio una brava scrittrice, quindi se qualcuno in sala è innamorato e ha bisogno di qualche consiglio io sono disponibile…”. Poi racconta: “E’ capitato proprio nel bel mezzo della preparazione, durante un allenamento. Questa felicità mi aiuterà ad essere più leggera in campo…”. E lo si capisce dalle sue parole: “Da giovane non mi sentivo a mio agio nel mio corpo, ero diversa dalle altre sportive. Adesso so che bisogna imparare ad amare se stessi”. Insomma una Williams più… Serena. Sarà anche vincente? ]]>
Sat, 31 Mar 2018 22:00:00 UTC
<![CDATA[ DEFIBRILLATORI OBBLIGATORI - Ulteriore proroga fino al 30 giugno 2017 ]]>
]]>
Sat, 31 Mar 2018 22:00:00 UTC
<![CDATA[ FED CUP / ITALIA-SLOVACCHIA - Prevendita dei biglietti - Si gioca a Forlì l'11 e 12 febbraio ]]> Italia- Slovacchia, primo turno del World Group II 2017, è partito. Sarà una Fed Cup all’insegna della novità, con l’ingresso in scena di due protagoniste: Tathiana Garbin, la quale, nel ruolo di nuovo capitano della squadra italiana, dovrà far fronte ad un importante e delicato cambio generazionale, e Dominika Cibulkova, fresca vincitrice del Wta Finalsi di Singapore, prestigioso torneo riservato alle 8 giocatrici più forti del pianeta.
La location ospitante sarà il PalaGalassi (ex Palafiera) di Forlì, il quale, dotato di una struttura all’avanguardia, l’11 e il 12 Febbraio aprirà i battenti per offrire uno spettacolo unico ed entusiasmante.

Il 5 dicembre ha preso il via la prevendita tramite ticketone e i punti autorizzati: Effedue M Prevendite Corso Garibaldi 64 Forli, Black e White Point Shopping, Via Veneto 19 Cesena, Tabaccheria Lala 73, Corso Cavour 100 Cesena, Turisadria Viaggi, Via Mazzini 119 Cesenatico

PREZZI DEI BIGLIETTI (*)
Parterre: abbonamento € 75; giornaliero € 45
Tribuna numerata: abbonamento € 55; giornaliero € 35
Distinti non numerati: abbonamento € 35 ; giornaliero €25
(*) Ai prezzi vanno aggiunti i diritti di prevendita del 10%

Un’altra notizia da considerare con grande attenzione riguarda le agevolazioni che MCA Events ha riservato ai tesserati FIT: i primi 500 che acquisteranno un abbonamento parterre o di tribuna numerata, verranno omaggiati con il libro “Maldafrica”, scritto e autografato da Lea Pericoli. Un’occasione unica per entrare in contatto con le storie e le esperienze di quella che può essere considerata una delle più grandi tenniste italiane di tutti i tempi.

I biglietti si possono prenotare inviando il modulo allegato all’indirizzo mail: tennis@mca-group.eu.
Nella mail sarà necessario indicare anche il numero di biglietti e il settore di preferenza.

MODULO PRENOTAZIONE CIRCOLI
]]>
Sat, 31 Mar 2018 22:00:00 UTC
<![CDATA[ AUS OPEN - DAY 1 - Si parte con i numeri 1 Murray e Kerber - In campo anche tre azzurri e due azzurre ]]>
Tra le donne la numero uno del mondo e campionessa in carica dello Slam Aussie Angie Kerber apre il programma serale sulla Rod Laver Arena affrontando l'ucraina Lesia Tsurenko. Primo match sullo stesso campo quello che vede impegnata Simona Halep contro la statunitense Shelby Rogers. Esordio anche per Garbine Muguruza che sulla Margareth Court Arena affronta la neozelandese Marina Erakovic.

Lunedì cinque dei dieci azzurri in gara: tra gli uomini subito in campo Vanni, Lorenzi e Seppi; tra le donne esordio per Francesca Schiavone e Roberta Vinci, con la numero uno azzurra programmata sulla Margareth Court Arena per Roberta Vinci,

Rod Laver Arena
a partire dalle ore 11 (l'una di notte in Italia)
(4) Simona Halep (ROU) c. Shelby Rogers (USA)
Kateryna Kozlova c. (13) Venus Wiliams (USA)
(1) Andy Murray (GBR) c. Illya Marchenko (UKR)
a partire dalle ore 19 (le 9 del mattino in Italia)
(1) Angelique Kerber (GER) c. Lesia Tsurenko (UKR)
Jurgen Melzer (AUT) c. (17) Roger Federer (SUI)

Margareth Court Arena
a partire dalle ore 11 (l'una di notte in Italia)
Marina Erakovic (NZL) c. (7) Garbine Muguruza (ESP)
(27) Bernard Tomic (AUS) c. Thomaz Bellucci (BRA)
Coco VandeWeghe (USA) c. (15) Roberta VINCI (ITA)
a partire dalle ore 19 (le 9 del mattino in Italia)
(4) Stan Wawrinka (SUI) c. Martin Klizan (SVK)
Louisa Chirico (USA) c. Eugenie Bouchard (CAN)

Hisense Arena
a partire dalle ore 11 (l'una di notte in Italia)
Andrey Kuznetsov (RUS) c. (5) Kei Nishikori (JPN)
Ashleigh Barty (AUS) c. Annika Beck (GER)
Mariana Dunque-Marino (COL) c. (8) Svetlana Kuznetsova (RUS)
Gastao Elias (POR) c. (14) Nick Kyrgios (AUS)

Questi i campi dei tennisti/e italiani/e:

Show Court 2
2° match dalle ore 11 (l'una di notte in Italia)
(10) Tomas Berdych (CZE) c. (q) Luca VANNI (ITA)

Court 8
3° match dalle ore 11 (l'una di notte in Italia)
James Duckworth (AUS) c. Paolo LORENZI (ITA)

Court 19
3° match dalle ore 11 (l'una di notte in Italia)
Paul-Henri Mathieu (FRA) c. Andreas SEPPI (ITA)

Court 20
3° match dalle ore 11 (l'una di notte in Italia)
Francesca SCHIAVONE (ITA) c. (q) Julia Boserup (USA)

ORDINE DI GIOCO ]]>
Sat, 31 Mar 2018 22:00:00 UTC
<![CDATA[ INTERNAZIONALI BNL D'ITALIA - Prequali: fase provinciale, i primi risultati ]]> Nel 2011, quando è stato lanciato il progetto “Pre-Qualificazioni” agli Internazionali BNL d’Italia, probabilmente nessuno osava pensare che avrebbe avuto un successo così travolgente. Sei anni fa 884 giocatori risposero all’appello. Nel 2016, grazie anche a una campagna di comunicazione e informazione sempre più capillare, aggressiva e mirata, oltre 9mila tennisti sono scesi in campo in singolare e doppio con un sogno nel cuore: giocare sotto i pini del Foro Italico, con i raccattapalle griffati e Federer, Djokovic o Murray che si allenano nel campo accanto.

La FIT non si ferma e lancia gli Internazionali BNL d’Italia – Prequalificazioni: per gareggiare basta avere la tessera FIT e possono iscriversi anche i non classificati. Come sottolineato nel 2016 i partecipanti sono stati oltre 9mila, un record. Cinque volte in più rispetto agli US Open Play-Off: un successo organizzativo che la FIT ora ha voluto estendere a tutte le province italiane.

SI COMINCIA DALLA FASE PROVINCIALE: ECCO I PRIMI RISULTATI – Ecco la grande novità del 2017: si parte appunto dalle province. I primi tornei sono cominciati già il 27 dicembre. Da ogni torneo i vincitori verranno promossi al tabellone regionale di conclusione della sezione quarta categoria in base al seguente quorum:
da 1 a 16 giocatori partecipanti: 1 qualificato
da 17 a 32 giocatori partecipanti: 2 qualificati
da 33 a 64 giocatori partecipanti: 3 qualificati
da 65 giocatori partecipanti: 4 qualificati
da 1 a 8 coppie partecipanti: 1 coppia qualificata
da 9 a 16 coppie partecipanti: 2 coppie qualificate
da 17 coppie partecipanti: 3 coppie qualificate

CALENDARIO TORNEI PROVINCIALI E RISULTATI

FASE REGIONALE – In ogni regione verrà organizzato un torneo di conclusione di quarta di singolare e doppio, maschile e femminile. Questi giocatori, inoltre, verranno inseriti come qualificati nel tabellone regionale di terza categoria dei tornei di pre-qualificazione. I suddetti tornei proseguiranno infatti a livello regionale con i tabelloni di terza categoria, seconda e finale. Le date dei tornei sono diversificate nelle varie zone d’Italia ed è possibile partecipare anche a più appuntamenti.

CALENDARIO TORNEI

WILD CARD PER GLI INTERNAZIONALI BNL D’ITALIA – Da ogni regione usciranno così i qualificati per la tappa finale al Foro Italico di Roma (dal 6 al 12 maggio 2017). Saranno sorteggiati due tabelloni di singolare maschile e femminile da 48 posti ciascuno e due tabelloni di doppio maschile e femminile da 16 coppie ciascuno valevoli per l’assegnazione delle wild card per gli Internazionali BNL d’Italia (13-21 maggio 2017) secondo le seguenti modalità:
singolare maschile: 2 wild card per il main draw
singolare femminile: 1 wild card per il main draw e 3 wild card per il tabellone delle qualificazioni
doppio maschile: 1 wild card per il main draw
doppio femminile: 1 wild card per il main draw

CAMPIONATI DI QUARTA CATEGORIA AL FORO – Per i giocatori di quarta categoria c’è un’ulteriore chance di giocare al Foro Italico a maggio. Dai tornei di conclusione di quarta, infatti, saranno ammessi ai Campionati di Quarta Categoria (sono accorpate alcune regioni: Piemonte e Val d’Aosta, Abruzzo e Molise, Basilicata e Puglia) due giocatori per regione nel singolare maschile e femminile e una coppia per regione nel doppio maschile e femminile. Saranno così incoronati i campioni italiani di quarta: appuntamento al Foro dal 19 al 21 maggio 2017. A tutti i qualificati verrà offerta l’ospitalità (albergo e pasti) per i giorni di svolgimento delle gare, oltre ad un rimborso forfettario chilometrico (ad esclusione dei qualificati del torneo laziale).

PRIZE MONEY – Tutti i tornei a partire dai tabelloni di conclusione di quarta categoria hanno un montepremi (il totale è 469.205 euro), che naturalmente aumenta via via che si salirà di livello.

TABELLA MONTEPREMI ]]>
Sat, 31 Mar 2018 22:00:00 UTC